26.6 C
Milano
giovedì, Luglio 7, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

Array

Alte temperature e precipitazioni, aumenta il numero di zanzare in Lombardia

Ultimo aggiornamento il 17 Luglio 2009 – 23:27

Milano, 17 maggio 2008 – Il 64% delle persone che vivono in Lombardia considera assai grave il problema degli insetti e l’82% si sente addirittura perseguitato dalle zanzare. Sono questi i risultati dello studio condotto dal Professor Enrico Finzi, Presidente di Astra Ricerche, in collaborazione con Vape Foundation, l’organizzazione senza fini di lucro che promuove la ricerca scientifica per sostenere la lotta agli insetti nocivi.
L’indagine, svolta attraverso interviste telefoniche a un campione rappresentativo della popolazione lombarda, svela nevrosi e paure della difficile convivenza con gli insetti. L’82% dei Lombardi dichiara di vivere in zone funestate dalle zanzare, il 68% lamenta la presenza di mosche, il 54% ha spesso a che fare con le formiche e il 28% con gli scarafaggi. Solo l’8% dei residenti in Lombardia dichiara di non essere disturbato dagli insetti.

I CAMBIAMENTI CLIMATICI FAVORISCONO L’AUMENTO DELLE ZANZARE
A causa dei cambiamenti climatici le zanzare sono in aumento. “Nel mese di maggio in Lombardia si prevede un aumento delle precipitazioni superiore del 40% alle medie stagionali”, afferma il Professor Giampiero Maracchi, Direttore dell’Istituto di Biometereologia del CNR di Firenze, nonché membro del Comitato Scientifico Vape Foundation. “La temperatura elevata, unita all’aumento delle precipitazioni e dell’umidità, crea un habitat particolarmente favorevole alla proliferazione delle zanzare”, prosegue Claudio Venturelli, Professore di Zoologia Veterinaria dell’Università di Teramo e membro del Comitato Scientifico Vape Foundation. “Quest’anno in Lombardia si prevede una più intensa infestazione di zanzare, che a causa dell’estate prolungata si protrarrà fino all’autunno. In particolare, vi sarà una forte presenza della Zanzara Tigre, molto temuta perché più aggressiva e punge anche di giorno”. (Vedi scheda sui cambiamenti climatici e sulla Zanzara Tigre).

I CITTADINI SONO DISPERATI
Le zanzare sono considerate l’insetto più fastidioso e provocano un’infinità di disagi. Il 64% degli abitanti della Lombardia (2 adulti su 3) si dichiara disperato e il 51% è in lotta permanente con almeno 3 tipi di insetti (zanzare e mosche sempre, e poi formiche o scarafaggi). La situazione è ancora più grave se si considerano le donne. Tra le mamme, più attente all’argomento perché si preoccupano per i figli e la famiglia, le disperate salgono al 79%. Oltre ai disturbi fisici, questi insetti provocano anche un grandissimo disagio esistenziale (57%) che a volte diventa vera paranoia: il 42% dei Lombardi parla di schifo e disgusto, il 33% di difficoltà a dormire e riposarsi, il 34% di sporcizia e contaminazione.

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E RESPONSABILITÀ INDIVIDUALE
Il giudizio sull’operato della Pubblica Amministrazione non è incoraggiante. L’85% degli abitanti della Lombardia (xx milioni) ritiene che i Comuni e le ASL possano dare un grande contributo per vincere la lotta agli insetti, svolgendo un’attività di prevenzione e disinfestazione. Tuttavia, solo il 38% dei Lombardi è a conoscenza di un impegno in tal senso e il 61% degli intervistati ritiene che le attività di prevenzione adottate finora siano poco efficaci. La maglia nera spetta al Comune di Milano che si classifica ultimo per capacità di tutelare i propri cittadini.
Inoltre, il 62% della popolazione lombarda non si sente pronto a fronteggiare l’emergenza zanzare e chiede una campagna d’informazione che fornisca consigli e indicazioni su come proteggersi e su quali comportamenti adottare nella vita quotidiana per prevenire la diffusione.

LA CAMPAGNA D’INFORMAZIONE VAPE FOUNDATION
Per sostenere i cittadini e la Pubblica Amministrazione Vape Foundation rinnova la campagna Estate senza punture, arricchendola di nuovi materiali:
1. la guida Estate senza punture, un pratico vademecum per proteggersi dalle zanzare in casa, all’aperto e in vacanza. Oltre a fornire utili consigli per difendersi dall’insetto più temuto dell’estate e calmare il prurito in caso di puntura, la guida illustra i principali cambiamenti climatici e approfondisce la biologia e le abitudini di vita delle zanzare.
2. una campagna d’informazione a disposizione della Pubblica Amministrazione che comprende: una proposta creativa per un’affissione on the road, un leaflet informativo, uno sportello informativo sul web. Per i comuni che utilizzeranno i materiali della campagna Vape Foundation sono previsti un premio qualità e una fornitura di larvicida biologico per 40.000 trattamenti.
3. il Bollettino Zanzare, che per tutta l’estate (a partire dalla fine di maggio) fornirà informazioni aggiornate ogni quindici giorni sulla presenza delle diverse specie di zanzara e sull’intensità dell’infestazione nelle varie regioni italiane. Le previsioni si basano su un modello matematico che incrocia l’andamento stagionale e climatico a breve, medio e lungo periodo con le attività e il ciclo biologico delle diverse specie di zanzara. Oltre a fornire informazioni utili ai cittadini, il Bollettino permetterà alla Pubblica Amministrazione di pianificare e organizzare al meglio l’attività di vigilanza e disinfestazione.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,609FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -