6.2 C
Milano
lunedì, Gennaio 30, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

Array

A Casteggio torna la Rassegna dei Vini dal 27 al 30 Agosto

(mi-lorenteggio.com) Casteggio, 20 luglio 2009 – Quattro giorni di grandi eventi dedicati alla gastronomia, all’artigianato, ai prodotti tipici ed al vino. Sarà questo il “menù” della 39esima edizione della Rassegna di Casteggio, che andrà in scena da Giovedì 27 a Domenica 30 Agosto. La manifestazione, curata da Casteggio Servizi, si caratterizzerà quest’anno per diverse novità. La più grande è rappresentata da un vero e proprio “ritorno alle origini”, attraverso il recupero degli aspetti e delle caratteristiche più importanti della kermesse.

A partire dalla tradizione che ha visto in passato e che vedrà ancora oggi Casteggio, durante l’ultimo week-end di Agosto, tornare ad essere “capitale dell’Oltrepò”, soprattutto dopo la scelta, attuata due anni fa, di suddividere la sezione, per così dire, più “tecnica” riservata al vino (con “Oltrevini”, che si tiene nel mese di Maggio alla Certosa Cantù), dalla componente di carattere prettamente popolare, rappresentata proprio dalla cosiddetta “fiera”, termine con cui la Rassegna è meglio conosciuta e nota ai più.

Ebbene, la “Fiera” quest’anno tornerà ad abbinare le due componenti, per replicare il grande successo riscosso negli anni ’90: per questo i protagonisti indiscussi della quattro giorni saranno i prodotti tipici locali, da quelli gastronomici al vino, passando per le eccellenze di carattere artigianale. Proprio il ritorno del vino rappresenta un altro aspetto significativo: durante la quattro giorni verrà allestito un banco di assaggio, gestito dal Consorzio Tutela Oltrepò Pavese, insieme ai “corners” espositivi delle aziende del territorio. Ad accompagnare il “nettare di Bacco”, la massiccia presenza di salumi, formaggi e miele, e di moltissime altre “perle” gastronomiche tipiche.

Ma ci sarà spazio anche per la musica e le danze, con esibizioni live e iniziative di animazione e intrattenimento. Non potrà naturalmente mancare il gran finale, con un suggestivo spettacolo pirotecnico la Domenica sera, che rappresenterà la “ciliegina sulla torta” di questa nuova edizione della “Rassegna di Casteggio”.
Una manifestazione, dunque, di carattere nazional-popolare aperta al pubblico, che vi potrà accedere gratuitamente. Scelta, quest’ultima, dettata da due principali motivazioni: da un lato favorire un sempre maggior numero di presenze, dall’altro cercare di incentivare il contatto con l’economia locale, in un periodo non certo dei più rosei da questo punto di vista.

Casteggio Servizi: la storia
Casteggio Servizi nasce nel 2004 dalla volontà del Comune di Casteggio e di Asm Voghera e dallo scorso anno è presieduta da Piero Bonferoni. Quest’ultimo ha maturato esperienze in ambito amministrativo come assessore e per anni si è occupato dell’organizzazione della rassegna insieme a Gianni Saporiti, attuale assessore comunale alla Promozione e Marketing Territoriale.
Si occupa della gestione di impianti sportivi e dell’organizzazione di eventi e manifestazioni.
In particolare, il Comune di Casteggio gli ha affidato il compito di organizzare Oltrevini, Rassegna e Fiera del Tartufo, passando per la Rassegna di Casteggio, che segna l’ideale chiusura del periodo estivo e la ripresa dell’attività.
Quest’anno, per conto di Asm e Casteggio Servizi, ha organizzato, nell’ambito della 627esima Fiera dell’Ascensione, il “Palavini”, spazio dedicato alla degustazione gestito da personale professionista.

“Less is more”
Alla Rassegna dei Vini di Casteggio si punterà l’attenzione anche su "Less is more", iniziativa dell’Assessorato ai Servizi Sociali della Provincia di Pavia promossa da Casteggio Servizi, in collaborazione con la Polizia Municipale di Casteggio.
Si tratta di una campagna che prevede il posizionamento di una pattuglia di Vigili, con un etilometro, in occasione di tutte le manifestazioni organizzate da Casteggio Servizi: terminati gli assaggi e le degustazioni, sarà dunque possibile vedere il tasso alcolemico nel sangue prima di rimettersi alla guida. L’obiettivo non è repressivo, bensì si intende mettere in evidenza il livello di alccol nel sangue sulla base di quanto si è bevuto.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img