21.1 C
Milano
domenica, Ottobre 2, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

Biblioteche. Al via a Milano il 75esimo congresso internazionale Ifla

Milano, 24 agosto 2009 – Si è tenuta ieri mattina presso il Centro Congressi di Fiera Milanocity la cerimonia inaugurale del 75° Congresso Mondiale dell’IFLA – International Federation of Library Associations and Institutions, in città fino al 27 agosto, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e in collaborazione con il Comune di Milano, la Provincia di Milano, la Regione Lombardia, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e l’Associazione Italiana Biblioteche.

Durante la cerimonia è stato letto un testo inviato dal Sindaco Letizia Moratti che, in vista dell’Esposizione Universale del 2015, ha chiesto ai “bibliotecari del mondo di prendere parte al grande laboratorio di idee di Expo 2015. Insieme al cibo, il pianeta – ha sottolineato Letizia Moratti – il pianeta ha bisogno di informazione, di cultura come strumento di libertà”.

“Milano ha costruito nei secoli una rete bibliotecaria articolata e diffusa. Un patrimonio che le Istituzioni e i privati continuano ad aggiornare e riqualificare anche oggi – ha spiegato il Sindaco -. Oltre alle grandi biblioteche storiche note nel mondo, l’Ambrosiana, la Braidense, la Trivulziana, Milano offre una rete di pubblica lettura diffusa in tutte le zone. Dobbiamo espandere questa rete a un livello internazionale. Milano e il suo patrimonio librario sono pronti ad aiutare e promuovere il lancio di una grande comunità mondiale di biblioteche e di bibliotecari”.

La Biblioteca Sormani, le 24 Biblioteche rionali distribuite su tutto il territorio, e le 7 biblioteche specialistiche del Comune di Milano diffondono in città il piacere di leggere e di informarsi, anche attraverso eventi e percorsi di promozione della lettura.

Nel complesso, oltre 2 milioni di volumi, 150 postazioni internet, 150.000 audiovisivi a disposizione di 120.000 iscritti con oltre 1 milione di prestiti annui.

Una rete che si completa con i sistemi bibliotecari delle 7 università cittadine, delle associazioni, degli istituti storici e di ricerca, degli ordini professionali e delle imprese: oltre 200 istituti aperti al pubblico e frequentati ogni anno da utenti di ogni età e professione.

“Credo che sia il momento di ripensare qui a Milano, capitale dell’editoria in Italia, a una sinergia, a una cooperazione in grado di realizzare un gioco di squadra contro un unico avversario di cui nostro malgrado avvertiamo la presenza: una certa pigrizia, uno scarso amore per la lettura da parte delle giovani generazioni – evidenzia l’assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory – Ridestare nei nostri ragazzi la passione per i libri e il piacere di curiosare nelle biblioteche alla ricerca di qualche avventura della mente deve essere una priorità pubblica e politica per tutti i governi del mondo”.

"Grazie a manifestazioni come questa, Milano rinnova la sua vocazione a ospitare appuntamenti dalla forte valenza internazionale, capaci di catalizzare sulla città l’interesse dei maggiori operatori del settore, promuovendo la cooperazione e lo sviluppo in tutti i settori della biblioteconomia e delle scienze dell’informazione – spiega Massimiliano Orsatti, Assessore al Turismo, Marketing Territoriale, Identità – Ifla 2009 rappresenta un ulteriore passo nella strategia di posizionamento internazionale di Milano che da oltre tre anni vede questa Amministrazione impegnata nel promuovere asset imprescindibili come: cultura, accoglienza e formazione da tempo elementi caratterizzanti la nuova immagine della città.”

La scelta della città di Milano come sede del Congresso rappresenta indubbiamente un importante riconoscimento delle realtà delle biblioteche italiane e lombarde in particolare, con 1.300 biblioteche pubbliche diffuse su tutto il territorio e oltre 800 istituti di ricerca e conservazione con standard di servizio di rilievo europeo.
Il programma dettagliato del Congresso completo delle informazioni sugli eventi collaterali è disponibile anche sui siti www.ifla2009.it e www.ifla.org.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -