19.2 C
Milano
martedì, Maggio 24, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Rozzano, adottato il piano integrato di intervento relativo a via Manzoni – Brodolini

Ultimo aggiornamento il 22 Settembre 2009 – 17:10

(mi-lorenteggio.com) Rozzano, 22 settembre 2009 – Nella seduta di ieri il Consiglio comunale ha adottato il piano integrato di intervento che interessa un ambito di circa 37 mila mq compreso tra via Manzoni e via Brodolini. Sono significative le novità sotto il profilo edilizio, diminuiscono infatti gli indici di edificabilità dell’area, che scendono dal 75% stabiliti dall’attuale piano regolatore al 45%, e le superfici coperte che passano da 16 mila mq a 11 mila. Diverse le funzioni previste: oltre al terziario e al commerciale già contemplati dal piano regolatore comunale, si aggiunge una modesta quota di residenza. La realizzazione di un edificio ricettivo offrirà inoltre un servizio di pubblica utilità che potrà essere utilizzato anche dai numerosi utenti del vicino istituito clinico Humanitas.

Il piano integrato di intervento prevede la riqualificazione della viabilità con la trasformazione di alcuni incroci in due nuove rotatorie che renderanno la circolazione più sicura e scorrevole. Sarà riqualificato l’attuale parcheggio pubblico che si sviluppa lungo via Manzoni e gli spazi destinati alla mobilità pedonale saranno oggetto di un’attenta opera di riqualificazione che comprenderà la valorizzazione ambientale delle sponde della roggia Pizzabrasa. E’ in previsione inoltre una terza rotatoria all’incrocio fra via Mazzocchi, Grandi e Romagna che risolverà gli attuali problemi del traffico, molto intenso soprattutto nelle ore di punta. La realizzazione della nuova rotatoria consentirà di gestire al meglio la viabilità anche in vista dell’apertura del futuro svincolo della tangenziale a Quinto Stampi.

La riduzione degli indici di edificabilità ha permesso la maggior salvaguardia possibile del contesto. Ciò grazie anche alla previsione di trapiantare gli alberi di pregio non compatibili con gli edifici in progetto e di mettere a dimora oltre 200 nuove piante.

Si è dimostrato soddisfatto il sindaco Massimo D’Avolio che a chiusura della seduta consiliare ha commentato: “Si tratta di un intervento di ampio respiro che migliorerà la qualità urbanistica e l’accesso alle attività industriali e produttive della zona. Abbiamo scelto di preservare inoltre il patrimonio ambientale del territorio diminuendo così lo sfruttamento edificatorio. Da qui scaturisce la precisa volontà di ridurre gli indici di edificabilità e il peso degli insediamenti nell’area”.

Positivo anche il commento dell’assessore ai lavori pubblici Errico Gaeta: “Con la riduzione delle superfici e dei volumi edificabili riusciamo a salvaguardare una significativa porzione di territorio. Il piano consente anche di realizzare opere strategiche per la viabilità come la nuova rotonda all’incrocio fra via Mazzocchi, Grandi e Romagna”.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -