Al Piper di Abbiategrasso la festa della scuola "L’Iperbole del Teatro"

    0
    350

    (mi-lorenteggio.com) Abbiategrasso, 07 ottobre 2009 – Martedi 13 ottobre 2009, al “Piper” Cafè in piazza Vittorio Veneto di Abbiategrasso, si terrà la festa della scuola di teatro gestita da tre associazioni che da anni collaborano su diversi progetti nel territorio del sud-ovest milanese.
    L’iniziativa è nata per consentire ai ragazzi che hanno frequentato la scuola, o che si iscriveranno negli anni avvenire, di trovare un luogo di confronto e di riunione prima di iniziare le varie attività.
    Purtroppo, per cause di forza maggiore non dipendenti dalle associazioni organizzanti, i corsi avranno spazi differenti in cui svolgersi e quindi nasce tra i responsabili la volontà di creare un evento che possa riunire gli allievi dando loro la possibilità di scambiarsi opinioni, segnalare problematiche e sensibilizzare gli stessi insegnati alla discussione in merito all’anno trascorso insieme.
    La serata è stata organizzata in accordo con i dinamici e gentili titolari del Piper, da sempre sensibili e vicini all’attività delle associazioni. È un sodalizio che fa piacere ad entrambe le parti per creare veramente un luogo di incontro e di confronto. Noi li ringraziamo veramente in modo particolare.

    Il tutto comincerà alle 21.30 con un buffet offerto dal Piper e con l’intrattenimento da parte del duo musicale “Assolo”, formato da Massimiliano Fornaroli e Luca Bettolini.

    La scuola di Teatro nasce nel 2006, dopo 10 anni di corsi condotti dall’attore abiatense Luca Cairati.

    Il corpo insegnanti con la trasformazione da “corso” a “scuola” si è allargato moltissimo, coinvolgendo figure importanti del panorama teatrale milanese come il direttore artistico dei filodrammatici di Milano e del Teatro Binario 7 di Monza, Corrado Accordino; l’attrice Arianna Scommegna, dell’atir e collaboratrice del Piccolo Teatro di Milano; Gaddo Bagnoli, insegnante di Quelli di Grock e fondatore delle Scimmie Nude (associazione di milano applauditissima con la sua nuova produzione in stile beckettiano al festival del teatro di strada a Napoli); Lorenzo Anelli e Fernanda Calati, insegnanti di dizione e canto di Quelli di Grock.

    La proposta è quella di poter creare un luogo in cui le persone della zona dell’abiatense e del magentino non siano costrette ad andare a Milano per incontrare i grandi Maestri, ma siano loro a venire nella nostra zona (che tutti sappiamo ricca di opere architettoniche di rara bellezza e persone vogliose di esprimere il proprio “essere artista”) arricchendo sia le persone stesse partecipanti al corso di teatro che le varie rassegne teatrali organizzate dalle associazioni Euralia, Crapula e Perplessi.

    Accanto alla direzione artistica della scuola, ben guidata dal suo precursore Luca Cairati (nonché direttore artistico del Festival del Teatro di Strada di Abbiategrasso), troviamo Maurizio Brandalese, presidente del teatro Perplessi e Lorenzo Cordara, Vicepresidente del teatro Crapula.
    A loro il difficile compito di collegare le varie discipline affrontate dai Maestri di grande esperienza per creare un percorso lineare.

    L’IPERBOLE DEL TEATRO
    Scuola di teatro

    IPERBOLE DEL TEATRO nasce dall’unione di tre associazioni teatrali che già operano da diversi anni nel settore.

    Consapevoli della dicotomia esistente tra teatro e vita, vogliamo affrontare quest’arte come uno strumento per portare all’estremo le sensazioni e le emozioni di ogni partecipante, affinché l’IPERBOLE della vita possa essere agita e vissuta nello spazio di un palcoscenico. Parole, gesti e movimenti prenderanno vita in una specie di paradosso artistico, per trasformare l’attore in uno strumento risuonante emozioni e sentimenti propri o di altri.

    L’obiettivo della scuola è quello di educare l’allievo all’arte della recitazione, cercando di sviluppare al massimo i talenti di ognuno dei partecipanti: si lavorerà dunque sulle tecniche interpretative, sulla voce, sul corpo, sulla consapevolezza di sé e delle proprie emozioni in rapporto allo spazio e al resto del gruppo. L’incontro con i vari insegnanti della scuola stimolerà lo scambio di quel bagaglio di cultura ed esperienze che caratterizza ogni uomo prima ancora che l’attore.

    È fondamentale che l’allievo apprenda divertendosi, compiendo un proprio percorso verso la realizzazione di un personale modo di affrontare i testi e di costruire un personaggio. Questo senza tralasciare l’analisi e lo studio di cinquecento anni di teatro e delle diversificate tecniche teatrali esistenti. A tal proposito, ogni anno verrà approfondito un testo in particolare, così da giungere ad una maggiore e completa conoscenza del panorama teatrale mondiale.

    Dopo un primo ciclo di lezioni dedicato alla formazione del gruppo e ad un primo approccio con il mondo del teatro, l’allievo si troverà ad affrontare le seguenti materie di studio:

    · Training
    · Recitazione
    · Improvvisazione
    · Azione e reazione
    · Boxe teatrale
    · Biomeccanica
    · Elementi di commedia dell’arte
    · Voce e canto
    · Dizione
    · Storia del teatro
    · Analisi del testo e del personaggio
    · I linguaggi teatrali
    · La messa in scena

    Requisiti e modalità di iscrizione

    La scuola è aperta a tutti quelli che vogliono approfondire il teatro e le tecniche teatrali e non è a numero chiuso.
    Per iscriversi è necessario chiamare i seguenti numeri di telefono: 348/2436889 oppure 348/4749641

    Orario del corso

    Il corso si svolgerà nella palestra di Via San Carlo n° 23/c ad Abbiategrasso tutti i martedi sera a partire dal 20 ottobre 2009.

    Gli insegnanti

    Gli insegnanti hanno tutti una comprovata esperienza nel panorama teatrale odierno:

    Luca Cairati – direttore della scuola –
    Maurizio Brandalese
    Lorenzo Cordara
    Arianna Scommegna
    Corrado Accordino
    Lorenzo anelli
    Fernanda Calati

    Redazione

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui