19.2 C
Milano
martedì, Maggio 24, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Attentato alla caserma Santa Barbara di Milano: nasce un gruppo di lavoro antiterrorismo

Ultimo aggiornamento il 20 Ottobre 2009 – 17:43

(mi-lorenteggio.com) Milano, 20 ottobre 2009 – A una settimana dall’attentato contro la caserma Santa Barbara di Milano il ministro dell’Interno Roberto Maroni ha annunciato la costituzione di un tavolo di lavoro tra il Viminale e le istituzioni locali per analizzare l’accaduto e studiare le azioni di contrasto a eventuali situazioni analoghe.

«Come ministero dell’Interno – ha detto Maroni al termine della riunione a cui ha partecipato, tra gli altri, il capo della Polizia Antonio Manganelli – coordineremo un tavolo di lavoro specifico su Milano per studiare a fondo il fatto, capire perchè è successo, analizzare se ci sono situazioni analoghe e per comprendere cosa fare per evitare che si ripetano episodi simili».

Maroni ha spiegato che l’azione del gruppo di lavoro, che consentirà la condivisione del patrimonio informativo di tutte le istituzioni locali e del ministero, si muoverà sulla scorta di quanto già fatto a Caserta contro la criminalità organizzata e darà vita a un vero e proprio ”modello Milano”, per quel che attiene ai rapporti con le comunità islamiche e in generale con i cittadini extracomunitari.
«Il metodo è lo stesso, ci concentriamo sul territorio. Il nostro obiettivo è avere più controllo e più integrazione» ha precisato il ministro aggiungendo che «quanto fatto a Milano potrà essere esteso nel resto delle grandi città italiane. Siamo convinti – ha concluso Maroni – che più sicurezza significa più integrazione».

expo 2015
Il ministro ha anche annunciato che entro la fine di dicembre, «al massimo all’inizio dell’anno prossimo», verrà istituito a Milano un comitato ad hoc per scongiurare il rischio di infiltrazioni della criminalità organizzata nella costruzione delle opere connesse all’Expo.
«Già a livello nazionale – ha spiegato il ministro – esiste un comitato di coordinamento per l’alta sorveglianza sulle grandi opere, con l’obiettivo di evitare infiltrazioni malavitose». Per il caso specifico Expo, ha aggiunto Maroni, «è stata presentata una norma già approvata dalla commissione del Senato che diventerà legge entro metà novembre, che istituisce presso la prefettura di Milano una sezione specializzata del comitato nazionale, dedicata però all’Expo».

Al comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica hanno preso parte il prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi, il questore Vincenzo Indolfi, il sindaco Letizia Moratti, il presidente della Regione Roberto Formigoni con gli assessori regionali Davide Boni e Piergianni Prosperini il presidente della Provincia Podestà con l’assessore alla sicurezza Stefano Bolognini, insieme ai vertici milanesi e lombardi delle forze dell’ordine.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -