27.5 C
Milano
lunedì, Maggio 23, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Corte Strasburgo: no crocefissi a scuola, governo ricorre

Ultimo aggiornamento il 4 Novembre 2009 – 8:54

(mi-lorenteggio.com) Roma, 04 novembre 2009 –  La Corte europea per i diritti dell’uomo di Strasburgo ha stabilito oggi che la presenza dei crocefissi nelle aule scolastiche costituisce "una violazione del diritto dei genitori ad educare i figli secondo le loro convinzioni e del diritto degli alunni alla libertà di religione".

Il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, che si è scagliata contro la sentenza, ha reso noto che il governo ha presentato ricorso contro la decisione, definita dalla Conferenza episcopale italiana frutto di una "visione ideologica".

Questa sera, padre Federico Lombardi, direttore della sala stampa vaticana, ha detto in una nota che la sentenza della Corte è stata accolta Oltretevere "con stupore e rammarico", affermando che "è grave voler emarginare dal mondo educativo un segno fondamentale dell’importanza dei valori religiosi nella storia e nella cultura italiana".

"Sembra che si voglia disconoscere il ruolo del cristianesimo nella formazione dell’identità europea, che invece è stato e rimane essenziale".

Secondo i giudici, invece, "la presenza di un crocifisso può essere facilmente interpretata dagli studenti di tutte le età come un segno religioso e far sentire loro di essere in un ambiente scolastico che influenza" le scelte legate alla religione, si legge nella sentenza, pubblicata sul sito della Corte.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -