23 C
Milano
giovedì, Agosto 18, 2022

Proverbio: Di Settembre e di Agosto bevi vino vecchio e lascia stare il mosto

Array

Intervento di Santi Raimondo (PdL) sulla Piscina in Consiglio Comunale di Cesano Boscone

Ultimo aggiornamento il 13 Giugno 2010 – 3:02

Come preannunciato nell’ultimo Consiglio Comunale siamo stati riconvocati urgentemente per ridiscutere della piscina.
Il testo dell’odg recita: "indirizzi in merito alla realizzazione dell’impianto polifunzionale sportivo ricreativo con annessa piscina”.
Il PDL ritiene che gli indirizzi in merito alla realizzazione della piscina il Consiglio Comunale li abbia già espressi con la delibera n. 51 del 19 dicembre del 2003.
Oggi l’odg doveva essere posto in questi termini: indirizzi in merito alla realizzazione della piscina a seguito del fallimento del Sindaco e delle Giunte che si sono succedute in questi anni.
Quello di questa sera, inevitabilmente, per certi aspetti sarà un Consiglio Comunale ripetitivo dell’ultimo.
In ogni caso, al di la delle dichiarazioni di chi mi ha preceduto, voglio partire da due affermazioni del Sindaco: la prima, in occasione della celebrazione del 2 giugno, in cui accusa gratuitamente l’opposizione che, a detta del Sindaco, per avere visibilità sarebbe in campagna elettorale perenne ostacolando così l’attività della giunta. Rispondiamo che se si continua a mistificare la realtà non potrà esserci nessun tipo di dialogo tra maggioranza e minoranza. Per dialogare bisogna essere in due.
La seconda affermazione è tratta dall’editoriale di “Cesano Notizie” che da qualche giorno è arrivato nelle case dei cesanesi.
Cito testualmente: “molto probabilmente, nonostante gli sforzi miei e della Giunta, per garantire l’apertura della piscina, i cesanesi non potranno utilizzarla in tempi brevi”.

Dalle parole del Sindaco, sembrerebbe che qualcuno si opponga all’apertura della piscina.

Se c’è qualcuno che si oppone alla realizzazione della piscina i cittadini hanno il diritto di saperlo e il Sindaco ha il dovere di comunicarlo.

Il PDL ritiene, invece, che questa dichiarazione sia fatta unicamente per gettare fumo negli occhi dei molti cittadini distratti, che non seguono la politica dell’amministrazione e reclamano legittimamente – e da troppi anni – l’apertura della piscina.

La dichiarazione del Sindaco, evidentemente, ha uno scopo “preventivo”: quello cioè di metterlo al riparo da colpe e responsabilità gravi sulla fallita apertura di una piscina che, ricordiamo, doveva essere consegnata nel dicembre del 2008.

Il PDL ritiene che se c’è un responsabile, e certamente c’è, questo non può che essere il Sindaco e insieme a Lui tutti coloro che a vario titolo hanno lavorato a questo progetto.

La responsabilità del Sindaco in questa vicende è evidente: Egli ha infatti peccato di presunzione e di superficialità nei rapporti con il Concessionario.
Oggi, a bocce ferme, sarebbe auspicabile che si assumesse le proprie responsabilità davanti ai cittadini.
Governare responsabilmente significa anche saper ammettere i propri errori, assumersi le proprie responsabilità e fare autocritica sugli errori commessi.

Non è eticamente accettabile per un amministratore fuggire dalle proprie responsabilità.

Responsabilità che il Sindaco ha negato anche nello scorso Consiglio Comunale quando ha usato l’espressione “non faccio né il muratore né l’idraulico”.

Il PDL ha invece apprezzato l’onestà intellettuale e l’assunzione di responsabilità del capogruppo del PD quando, intervenendo nello scorso Consiglio Comunale, ha ammesso che il fallimento della mancata apertura della piscina è da attribuire esclusivamente al Sindaco, alla Giunta e alla maggioranza di centrosinistra.

Dichiarazione in linea con quanto espresso dal PDL nello scorso Consiglio Comunale e nel corso di questi anni e dall’opinione di tanti, molti cittadini, che addebitano la mancata realizzazione della piscina al Sindaco e alla maggioranza che amministra la città.

Nello scorso Consiglio Comunale il PDL ha sottolineato, ancora una volta, che è favorevole alla realizzazione della piscina: una struttura che i cesanesi aspettano ormai da dieci anni.

Oggi il PDL, ieri Forza Italia e Alleanza Nazionale, insieme alle forze di minoranza, hanno condotto in questi anni una battaglia legittima e meritoria sul tema della piscina, improntata a mettere in guardia il Sindaco, la Giunta e la maggioranza dai rischi che un progetto del genere comportava.

Rischi che purtroppo si sono puntualmente concretizzati, arrivando al disastro conclamato di questi giorni con grave perdita di tempo e di denari per la collettività.

Ricordiamo che la piscina doveva essere realizzata a costo zero per l’amministrazione comunale.

Oggi a causa della superficialità con cui è stata gestita l’operazione, la piscina costerà ai cittadini 6 milioni di €.

Vogliamo sottolineare come, su tutta la vicenda piscina, il Sindaco abbia sempre mantenuto, nei confronti del PDL e della minoranza, un atteggiamento arrogante e a volte insolente.

Ricordiamo l’irriverenza con cui è solito giudicare gli interventi dei consiglieri del PDL, ricordiamo le grida “mascalzoni, mascalzoni”, ricordiamo il suo rifiuto a porre rimedio ad una situazione che andava ogni giorno deteriorandosi.

Se si fosse intervenuto per tempo, anche con le penali a carico del Concessionario, forse oggi Cesano Boscone avrebbe la sua piscina.

Il PDL vuole che Cesano Boscone abbia la sua piscina.
Ma è nostro dovere precisare che le decisioni in merito all’acquisizione delle quote da parte della Progetto Cesano spettano al Sindaco, alla Giunta e ai consiglieri di maggioranza che devono assumersi le proprie responsabilità, poiché sono stati chiamati dai cittadini ad amministrare la città.

Il PDL non si metterà di traverso proprio perché vogliano la piscina almeno quanto la vuole la maggioranza.

Il Sindaco, però, non può pretendere soccorso dal PDL e dalla minoranza dopo aver costruito, proprio sulla piscina, la sua fortuna elettorale: non abbiamo dimenticato l’inaugurazione farsa a pochi giorni dal voto; non abbiamo dimenticato le accuse di sabotaggio e le biciclettate in difesa della legalità, come se la coalizione di centro destra fosse composta da una banda di delinquenti.

Il Sindaco non può pretendere il nostro soccorso perché dall’ultimo Consiglio Comunale non abbiamo ricevuto nessuna nuova documentazione, non è stata fatta una conferenza dei capi gruppo e non ci è stato spiegato su quale base è stato trovato un accordo tra la Progetto Cesano e la Cesano Sport Management.

Sappiamo di una perizia per determinare il valore economico della IROS, la società che detiene il 70% delle quote della Cesano Sport Management: valutazione 110.000 €.

Sappiamo che il Comune, attraverso la Progetto Cesano è intenzionato invece a rilevare per 320.000 € le quote del 70% della Cesano Sport Management.

Come vengono giustificati i 210.000 € di plusvalenza?
(Eventuali comunicazioni in C.C. non possono essere prese in considerazioni perché non verificabili)

Il PDL auspica che questo accordo non penalizzi ancora la collettività che, ripetiamo, per la realizzazione della struttura spenderà 6 milioni di € a fronte del costo zero preventivato.

Il Sindaco non può pretendere il nostro soccorso sulla piscina quando sa perfettamente che una simile operazione, alla luce del decreto legge sulla manovra finanziaria, sarebbe irregolare poiché i comuni con popolazione inferiore a 30.000 abitanti non possono costituire nuove società.

Anzi, entro il 31 dicembre 2010 dovranno mettere in liquidazione le società già costituite alla data in vigore del decreto o dovranno cederne le partecipazioni.

Una previsione normativa che certo non facilita, ma anzi rende ancora più pesante la responsabilità di una simile operazione.

Considerato quanto detto, il PDL non condividendo nessuna delle scelte operate dal Sindaco nella gestione della vicenda piscina, ritiene che la responsabilità politica dell’ennesimo fallimento preannunciato debba ricadere interamente sulle spalle di chi governa e pertanto abbandonerà l’aula e non parteciperà alla votazione.

Cesano Boscone 09-06-2010 Santi Raimondo
Capogruppo del PDL

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,617FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -