Vittuone. Il PGT verso la meta, ecco come cambierà la città

    0
    251

    VITTUONE (07 LUGLIO 2010) – L’Amministrazione Tenti si appresta a realizzare uno dei punti più rilevanti del suo programma elettorale: il piano di governo del territorio. Giovedì 8 luglio il consiglio comunale sarà chiamato ad adottare il Pgt (che tutte le amministrazioni comunali devono approvare entro marzo 2011), iniziato con la giunta Portaluppi, condiviso e completato dall’attuale maggioranza a soli due anni e mezzo dal suo insediamento. Un piano che cambierà in meglio il volto di Vittuone perché sarà in grado di rispondere ai bisogni emergenti dei cittadini con nuovi spazi per i servizi. Le scelte sono state attentamente analizzate e ponderate privilegiando le opere pubbliche di forte impatto sociale come la Cittadella Scolastica, il Centro Polifunzionale, il Palazzetto dello Sport, la Villa Venini e il suo Parco, rispetto al privato. Vittuone diventerà uno dei paesi con più servizi a soddisfare le esigenze di una più ampia fascia di età. Il Piano è partito dalla volontà dell’Amministrazione di circoscrivere la zona residenziale e dei servizi all’interno delle vie di grande traffico, ex Statale 11, la Provinciale 34 e la Ferrovia, lasciando all’esterno l’area industriale e commerciale, anche in previsione di un futuro sviluppo economico ed occupazionale, salvaguardando il Parco Sud. Una scelta che renderà Vittuone un paese sempre più vivibile e a misura d’uomo, dove il verde sarà mantenuto a circa il 73 % del territorio stesso. Un progetto ambizioso dell’Amministrazione è il nuovo Polo Scolastico, cioè il raggruppamento di tutti i plessi scolastici ad oggi in essere in un unico complesso studiato appositamente per tutelare e la sicurezza degli alunni stessi, progettato con nuove tecnologie, viabilità interne ed esterne salvaguardando sia gli impatti ambientali che bio-sostenibili, legato sinergicamente alle strutture sportive già in essere o in fase di completamento. Il centro del paese sarà valorizzato dalla storica Villa Venini e dal suo parco di ben 16 mila metri quadrati che viene messa a disposizione dei cittadini. Sarà luogo di socializzazione e di eventi ludico culturali, dove troveranno spazio uffici comunali, biblioteca, e servizi di interesse collettivi.
    “Questo piano ha durata di 5 anni – afferma il sindaco Enzo Tenti -, ma mette in campo idee e progetti che investiranno gli anni successivi, perché se non si inizia fin d’ora a fare proposte per il futuro, tutte le novità che potranno migliorare la qualità della vita non saranno realizzate”.
    Il lavoro dell’Amministrazione, sul nuovo assetto del territorio, svolto in questi anni ha dato come risultato un piano che prevede soprattutto nuove strutture per i servizi ai cittadini.
    Cosa prevede il Pgt

    1 – La Cittadella Scolastica, il progetto più qualificante che prevede il raggruppamento di tutte le scuole elementari e materne pubbliche di Vittuone in un’unica struttura, che sarà integrata alle attuali scuole medie e superiori creando, in un’unica zona del paese, un’ area dedicata solamente all’istruzione con la possibilità di realizzare percorsi protetti per raggiungere il centro sportivo (Piscina e palazzetto dello sport) e il parco di Villa Venini (Biblioteca e Museo), senza dover uscire sulla pubblica via. L’area identificata sarà dotata di percorsi ciclopedonali, zone verdi, e verranno previsti tutti gli spazi e i servizi indispensabili per permettere ai ragazzi di vivere l’esperienza scolastica in un modo nuovo più moderno e al passo con i tempi. Per la realizzazione del progetto ci vorranno una decina d’anni ma, una volta realizzata, la cittadella scolastica sarà per Vittuone un grande centro culturale che andrà ad interagire con un altro punto importante del PGT e cioè la riqualificazione del centro storico.

    2 – Villa Venini sarà restaurata e diventerà il cuore centrale dell’attività del Paese. All’interno di Villa Venini vi saranno tutti gli uffici pubblici, la biblioteca e un museo. La Villa e il suo Parco daranno nuovo impulso per far rivivere il centro storico. All’interno del Piano del Governo del Territorio vi sono tutte le regole per poter improntare, assieme ai privati cittadini, il percorso per arrivare a questo importante traguardo negli anni a venire.

    3 -Tutela e salvaguarda l’ambiente e del territorio, sia per quanto riguarda il Parco Sud Milano sia il centro abitato

    “ Questo piano permetterà di realizzare ciò che da anni, con il lavoro costante, stiamo portando avanti – continua il sindaco, Enzo Tenti -, ossia un Paese completo che ha al suo interno tutti quei servizi e quelle strutture che erano presenti nei nostri programmi elettorali: la RSA “Il Gelso”, il nuovo centro sportivo ed il nuovo centro polifunzionale di via Palme. Il Piano di Governo del Territorio è stato studiato in modo da rendere possibile a questa Amministrazione la realizzazione di altre fondamentali opere pubbliche che fanno balzare Vittuone in cima alla lista dei paesi scelti per stabilire la propria famiglia”.

    Infine una risposta alle polemiche strumentali del centrosinistra. “Ci vuol coraggio a dire che la maggioranza cementifica il paese! – conclude il Sindaco -. In questi primi tre anni di amministrazione non abbiamo deliberato alcuna costruzione residenziale, le casse comunali sono state aperte solo per realizzare strutture pubbliche. Che piaccia o no, tutti i piani residenziali rientrano nel PRG che l’Amministrazione di sinistra ha approvato e che ha durata di 10 anni – e fino ad approvazione del nuovo PGT – Oggi ne sono già passati 12. La minoranza, che oggi si straccia le vesti per spazi verdi mai considerati quando guidava il paese, è la stessa che in più di 20 anni ha costruito case – prevedendo con il PRG un aumento del 79,31% della popolazione – e ci ha messo 13 anni per realizzare una struttura pubblica di dubbia qualità, il centro socio culturale di via Olof Palme.”

    V.A.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui