18.1 C
Milano
sabato, Ottobre 1, 2022

Proverbio:Ottobre, il vino è nelle doghe A S. Francesco (4 ottobre) arriva il tordo e il fresco

Array

M5. Approvata in Giunta la seconda variante al progetto definitivo della tratta Bignami Garibaldi

Milano, 9 luglio 2010 – Questa mattina è stata approvata dalla Giunta comunale la seconda variante al progetto definitivo della metropolitana linea 5, relativamente alla prima tratta da Bignami a Garibaldi.

La prima tratta della M5 è un’opera realizzata in Project Financing con 341,5 milioni di fondi pubblici (61,3% ) e 215,5 ml di fondi privati (38,7%), per un importo totale pari a 557 milioni. Il costo della variante approvata oggi è, invece, pari a 73.677.402,61 euro, di cui 15.197.085,51 a carico del Concessionario e 58.480.317,10 a carico del Comune di Milano.

La prima tratta da Bignami a Garibaldi è attualmente in costruzione. I lavori sono cominciati nel giugno 2007 e stanno procedendo nei tempi: la conclusione della prima tratta funzionale (Bignami-Zara) è prevista per la primavera 2011, mentre il completamento dell’intera linea Bignami-Garibaldi è previsto nell’estate 2012.

Con Delibera CIPE del 21 febbraio 2008 è stata approvata la prima variante “stazione Garibaldi FS”, finalizzata a rendere la stazione Garibaldi passante, consentendo il collegamento al secondo ramo Garibaldi – Axum che prolungherà la linea verso ovest, fino al quartiere San Siro.

La seconda variante, approvata oggi, consente, invece, di render conto delle modifiche tecniche che si sono rese necessarie durante i lavori e, soprattutto, di predisporre treni più lunghi sulla futura nuova linea e modifiche alle stazioni automatizzate. Grazie a questo provvedimento le carrozze dei treni passeranno, infatti, da 3 a 4.

“Con la variante che abbiamo approvato oggi aumentano i costi poco più del 10 per cento, dovuti soprattutto alle modifiche ai treni e quindi delle stazioni automatizzate, rese necessarie dall’estensione della linea 5 verso San Siro”, spiega l’assessore ai Lavori Pubblici e Infrastrutture Bruno Simini.

“Per la tratta Bignami – Garibaldi inizialmente erano stati pensati treni con 3 carrozze, ma dopo aver approvato l’estensione della linea verso San Siro, – prosegue l’assessore – abbiamo dovuto tenere conto dei maggiori carichi previsti per l’intera linea e delle punte di affluenza legate agli eventi sportivi e di spettacolo con la fermata a San Siro. Per questo – annuncia Simini – abbiamo deciso di adottare da subito anche per la prima tratta da Bignami a Garibaldi una soluzione che preveda l’utilizzo di treni a quattro carrozze”.

“In questo modo – aggiunge – si ‘allunga’ la metropolitana e si accorciano i tempi. Con i treni più lunghi e il prolungamento fino a San Siro si stima che la linea 5 possa arrivare a trasportare 50 milioni di passeggeri all’anno”.

“Liberare le strade dalle auto – conclude Simini – è uno degli obiettivi di questa Amministrazione. Lo stiamo raggiungendo con il potenziamento del trasporto pubblico e anche con l’attuazione del piano parcheggi”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,574FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -