23 C
Milano
giovedì, Agosto 18, 2022

Proverbio: Di Settembre e di Agosto bevi vino vecchio e lascia stare il mosto

Array

Variante alla statale 11. Il Sindaco di Cornaredo: "Basta con le ipocrisie e le falsità"

Ultimo aggiornamento il 20 Settembre 2011 – 18:50

(mi-lorenteggio.com) Cornaredo, 20 settembre 2011 – “Dané ghe n’è minga! Bisogna dire le cose come stanno. Se il Pd di Cornaredo pensa di scaricare sul sottoscritto e sull’Amministrazione la mancata realizzazione della variante alla Statale 11, questa volta si sbaglia di grosso. Vogliono spiegare ai cittadini di chi è la responsabilità? Siamo d’accordo, purché si faccia una riflessione realistica e non la solita propaganda elettorale peraltro fuori tempo”. Il Sindaco Luciano Bassani questa volta non ci sta e risponde alla notizia diffusa dal Partito Democratico locale per fare chiarezza e spiegare il motivo che ha portato la Provincia di Milano a togliere dal programma delle opere pubbliche la variante alla statale 11. Il Pd afferma, infatti, che ‘il progetto della variante era stato concordato dai Comuni coinvolti, oltre a Cornaredo, anche Bareggio e Sedriano, e avevano ottenuto i finanziamenti necessari da Regione e Provincia, quando quest’ultima era ancora amministrata dal centrosinistra con Filippo Penati. Con l’elezione di Guido Podestà, la nuova Amministrazione provinciale di destra ha invece ritirato la sua parte di finanziamenti, rendendo impossibile la realizzazione della variante. Un problema che è sul tavolo da oltre un anno, ma di cui il Sindaco Bassani non pare essersi mai interessato seriamente, almeno a giudicare dai risultati’. “Si tratta dichiarazioni fuorvianti e non rispondenti alla realtà – ribadisce il Sindaco Bassani – La questione è stata affrontata da me sin dal primo giorno dell’insediamento della Giunta Podestà, così come dalle altre Amministrazioni coinvolte. Purtroppo però, da subito, è emersa la grave situazione economica in cui versava la Provincia (peggiorata, tra l’altro, dalle ultime manovre finanziarie). E’ dunque per mancanza di fondi che il presidente Podestà si è visto costretto a bloccare una serie di opere pubbliche, tra cui la nostra variante. Non è stata affatto una volontà politica. Vogliamo dirla tutta ai cornaredesi senza prenderli in giro? Allora mi sia consentita una battuta: forse se la Provincia guidata da Filippo Penati del Pd non avesse acquistato le azioni della Milano- Serravalle quasi nove volte il loro valore, come emergerebbe dagli articoli apparsi su tutti i giornali nelle ultime settimane, probabilmente sarebbero già partite le opere pubbliche in programma che i cittadini stanno aspettando da anni, compresa la variante alla Statale 11.Cari compagni del Pd, basta con le ipocrisie”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,617FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -