22.4 C
Milano
domenica, Agosto 14, 2022

Proverbio: Agosto ci matura grano e mosto

Array

Rho. Riviste le tariffe dei servizi rivolti agli anziani

Ultimo aggiornamento il 21 Settembre 2011 – 15:26

(mi-lorenteggio.com) Rho, 21 settembre 2011 – L’Amministrazione Comunale ha ritenuto di dover ridefinire le tariffe di alcuni servizi rivolti agli anziani rispetto alle tariffe approvate dal Commissario Straordinario (deliberazione n. 100 del 29/03/2011) per agevolare la fruizione del servizio da parte degli utenti. I servizi interessati alla revisione sono:

Centro Diurno Anziani;
Pasti a domicilio;
Servizio di Assistenza Domiciliare e Voucher socio-assistenziali.

Le tariffe sono state deliberate sulla base dei nuovi regolamenti:
Regolamento per l’erogazione dei servizi del centro diurno anziani (CDA);
Regolamento per l’erogazione del servizio pasti a domicilio per anziani;
Regolamento per l’erogazione del servizio di assistenza domiciliare e dei voucher assistenziali per anziani.

I nuovi criteri basati sull’ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) individuano 12 fasce. Nella definizione delle tariffe approvate dal Commissario Straordinario le fasce erano state elaborate sulla base di proiezioni stimate, che prevedevano la collocazione della maggior parte degli utenti nelle fasce intermedie. In realtà, sulla base delle effettive domande pervenute, corredate dalla documentazione ISEE-C aggiornata, la situazione di diversi utenti risulta caratterizzata da redditi medi che li colloca nelle fasce medio-alte con percentuali elevate di copertura del servizio. Questo renderebbe particolarmente oneroso e, in alcuni casi addirittura non sostenibile, la fruizione del servizio.

Oltre alle riduzioni sensibili delle tariffe, che oscillano tra il 20% e il 50% in meno, è stato deciso inoltre di applicare specifiche riduzioni nei seguenti casi:
Fruizione di un unico servizio: riduzione del 50% della tariffa a partire dalla quarta prestazione settimanale
Fruizione di più servizi: riduzione del 50% della tariffa a partire dalla quarta prestazione settimanale, applicando la riduzione sui servizi più onerosi
Riduzione della tariffa del Centro Diurno Anziani fino al 20% nel caso non si usufruisse del servizio di trasporto;
Articolazione della tariffa del Centro Diurno Anziani in tre tipologie diverse:
o Tutto il giorno;
o La mattina;
o Il Pomeriggio.

L’operazione di ridefinizione ha comportato una più equa ripartizione del carico sugli utenti. La situazione sarà comunque costantemente monitorata e tra sei mesi verranno raccolti i dati sulla base dei quali sarà possibile operare ulteriori analisi e conseguenti scelte politiche.

L’Assessore ai Servizi Socio-Sanitari e Assistenziali, Luigi Negrini, aggiunge:

“Per garantire una vita dignitosa anche nella fase della Terza Età, occorre che siano garantiti e resi accessibili i servizi in caso di non autosufficienza. Purtroppo il potere d’acquisto delle pensioni si è ridotto nel tempo e si ridurrà ancora nei prossimi mesi. E’ nostra intenzione dare una risposta reale a queste difficoltà.”

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,615FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -