28 C
Milano
mercoledì, Agosto 17, 2022

Proverbio: Di Settembre e di Agosto bevi vino vecchio e lascia stare il mosto

Array

Il PGT di Corsico come occasione di rilancio dell’economia

Ultimo aggiornamento il 24 Settembre 2011 – 14:15

(mi-lorenteggio.com) Corsico, 24 settembre 2011 – – Lo sviluppo futuro di Corsico non può prescindere dalla sua crescita economica. Dalla sua capacità, come territorio che ha una lunga storia imprenditoriale, di creare le condizioni affinché le aziende abbiano le infrastrutture e un sistema di mobilità efficienti, instaurando una nuova stagione di dialogo diretto e di semplificazione dei rapporti con la pubblica amministrazione. Sono questi i principali contenuti dell’incontro organizzato nella sala Giunta con il presidente della zona ovest di Assolombarda Fulvio Miscione e altri esponenti del direttivo dell’associazione di Confindustria, insieme ad alcuni tra i principali industriali della città di Corsico.

“Abbiamo accolto molto volentieri la disponibilità degli imprenditori– sottolinea l’assessore all’Urbanistica Emilio Guastamacchia – inserendo l’incontro tra quelli programmati per esaminare, riflettere e discutere sui contenuti del Piano di governo del territorio. Ed è stata un’occasione molto importante e costruttiva, perché ci ha permesso di ottenere una visione diversa di alcune proposte che abbiamo inserito nel documento urbanistico, valutando aspetti che possono favorire il futuro sviluppo economico di Corsico, ma anche garantire una maggiore qualità ambientale”. Ad esempio, è stata presa in considerazione la performance energetica delle attività produttive, che vuol dire non solo avere sedi strutturalmente adeguate, ma anche impianti che azzerino il bilancio energetico definito in tonnellate equivalenti di petrolio.

Un altro aspetto emerso dall’incontro riguarda i criteri premianti inseriti del PGT. Condiviso, in particolare, quello della legalità: l’adesione al “Protocollo di trasparenza” permetterebbe una quota aggiuntiva pari al 7% del volume fattibile. E i tecnici dovranno esaminare la proposta di valutare in alcune circostanze, invece di un aumento volumetrico, uno sconto sugli oneri di urbanizzazione.

“Un documento che nell’insieme ci soddisfa – sottolinea il presidente della zona ovest di Assolombarda Fulvio Miscione – perché sono state accolte le richieste di riconversione del territorio che negli ultimi dieci anni si è profondamente trasformato. Abbiamo accolto favorevolmente anche la decisione di contrastare le speculazioni orientate a trasformare in commerciale quanto oggi è produttivo. Così come la scelta di creare un incubatore d’impresa per i giovani che abbiano voglia di mettersi in gioco”.

Due le cose fondamentali che Assolombarda chiede all’Amministrazione comunale di Corsico: semplificazione e tempi certi.
“Solo così – sottolinea il presidente Miscione – si riuscirà a far funzionare meglio ciò che già c’è, allineando le esigenze delle imprese alle richieste della pubblica amministrazione, ma anche ad assicurare a chi intende investire proprie risorse di avere tempi certi nelle risposte alle sue richieste. Altrimenti i costi preventivati lieviterebbero oltre misura, obbligando a guardare ben oltre i confini territoriali, ma anche nazionali”.

A margine dell’incontro la sindaca ha anche anticipato che tutti gli imprenditori di Corsico saranno chiamati a svolgere un ruolo attivo per la città, adottando pezzi di territorio o progetti rivolti a persone in difficoltà.

V.A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,617FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -