24.4 C
Milano
mercoledì, Agosto 17, 2022

Proverbio: Di Settembre e di Agosto bevi vino vecchio e lascia stare il mosto

Array

Corsico. Da fine ottobre il capolinea della 64 in viale Italia, vicino all’Omnicomprensivo

Ultimo aggiornamento il 18 Ottobre 2011 – 20:12

(mi-lorenteggio.com) Corsico, 18 ottobre 2011  – All’inizio di marzo erano state tracciate le linee gialle per delimitare le nuove fermate della linea 64, in via Copernico angolo via Buozzi. Da allora, però, non si è saputo più nulla. Tanto che Rosella Blumetti, assessora alla Mobilità e Trasporti del Comune di Corsico, ha preso carta e penna e ha scritto alla fine di luglio al suo omologo dell’Amministrazione milanese, Pierfrancesco Maran. E la risposta non si è fatta attendere.

"In un incontro che abbiamo avuto nei giorni scorsi – sottolinea l’assessora – i tecnici Atm, hanno finalmente risposto alla mia richiesta assicurando che entro il 24 ottobre installeranno le nuove paline, che dovranno essere elettroniche, e sposteranno il capolinea della 64 da Molinetto di Lorenteggio a viale Italia, vicino all’Omnicomprensivo. Ritengo, infatti, che questo intervento, che non comporta alcun costo per le casse comunali, sia fondamentale per riuscire a incentivare maggiormente il trasporto pubblico e massimizzare la connessione gomma-ferro".
Le due nuove fermate, infatti, sono vicine a quella della linea ferroviaria dove non solo passano i treni della Milano-Mortara, purtroppo senza fermarsi, ma anche quelli della S9, sempre più utilizzata.
"Anche il capolinea all’Omnicomprensivo – precisa l’assessora – sarà un’opportunità in più per le centinaia di ragazzi che frequentano i tre istituti superiori di Corsico (exITIS Righi, exITC Falcone e Liceo scientifico Vico) che potranno così avere un mezzo fermo al nuovo capolinea che li aspetta al termine delle lezioni".

Nei prossimi giorni i tecnici Atm eseguiranno un sopralluogo anche per lo spostamento del capolinea della linea 325 da piazza Cervi in piazza Europa. "Nel corso dell’incontro abbiamo anche ribadito – precisa l’assessora – che non è una nostra esigenza avere un mezzo lungo diciotto metri, invece dei dodici classici. Se questo può essere utile ai cittadini solo per alcune fasce orarie e per alcuni tratti, per noi può andare bene a patto però che non si creino disagi ai residenti".

L’assessora ha, inoltre, partecipato nei giorni scorsi agli incontri che si sono svolti in Provincia e a Palazzo Marino per definire nuove strategie di contenimento dell’inquinamento atmosferico e concordare la prossima domenica a piedi, prevista anche a Corsico per il prossimo 20 novembre.
"Abbiamo ribadito in quella sede – dice Blumetti – che per incentivare l’utilizzo del mezzo pubblico occorre promuovere politiche anche tariffarie che convincano a lasciare a casa la propria automobile. Inoltre, basta con provvedimenti emergenziali che rischiano di disorientare e irritare i cittadini. Occorre una politica coordinata e interventi strutturali che, nei prossimi anni, determinino una diminuzione sostanziale e costante delle sostanze inquinanti nell’aria. Occorre intervenire anche sulle altre fonti di inquinamento, come il riscaldamento. Nel nostro piccolo, stiamo portando avanti il progetto Corsico Sostenibile (co-finanziato da Fondazione Cariplo), che riguarda anche il proseguimento della positiva esperienza attuata grazie ad accordi con amministratori condominiali relativamente ai condomini sostenibili, consentendo un notevole risparmio sui consumi energetici e un sensibile calo di emissioni inquinanti nell’aria. Un progetto che vorremmo estendere in varie parti della città, soprattutto laddove esistono grossi agglomerati abitativi".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,617FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -