28.9 C
Milano
martedì, Agosto 16, 2022

Proverbio: Alla Madonna di agosto (15 Agosto) si rinfresca il bosco. Per san Rocco (16 Agosto) la rondine fa fagotto

Array

A Milano la mostra "Tre colori per una patria, storia della bandiera italiana"

Ultimo aggiornamento il 26 Ottobre 2011 – 14:10

(mi-lorenteggio.com) Milano, 26 ottobre 2011 – Nell’ambito delle iniziative organizzate dalla Provincia di Milano per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, si terrà a Palazzo Isimbardi una mostra legata alle origini e alla storia della nostra bandiera intitolata "TRE COLORI PER UNA PATRIA. STORIA DELLA BANDIERA ITALIANA”. La mostra si articola all’interno del quadriportico del Cortile d’Onore di Palazzo Isimbardi, con ingresso da Corso Monforte 35, dove dei pannelli illustreranno i diversi periodi storici che hanno scandito nei secoli la nascita della bandiera Tricolore, a partire dalla sua consegna a Milano avvenuta ad opera di Napoleone nel 1796, sino al suo riconoscimento come bandiera di Stato avvenuto a Reggio Emilia nel 1797.
Passando ovviamente per tutti quegli eventi di portata storica che hanno reso il Tricolore l’emblema del Risorgimento, per giungere ai nostri giorni seguendo le travolgenti vicende del ‘900.
La bandiera, sin dalle sue origini e in ogni parte della Penisola (da Bologna a Milano, da Napoli a Roma e sino a Palermo), ha sempre rappresentato, nel suo divenire storico, gli ideali di libertà, unità e identità nazionale.
Ideali nei quali uomini coraggiosi, soprattutto giovani, hanno consapevolmente creduto, tanto da accorrere volontariamente attorno ad essa, per difenderla ed onorarla, anche a costo della propria vita. Uno slancio patriottico dal quale non furono esenti le donne, come hanno evidenziato le molte iniziative del 150° in rosa volute dal Presidente Guido Podestà e dalla Provincia di Milano.
I documenti che scandiscono i vari passaggi della mostra di Palazzo Isimbardi saranno arricchiti da sagome dei soldati appartenenti ad Eserciti delle differenti epoche della nostra storia, e comprendono anche delle interessanti e per certi versi inedite illustrazioni di Edoardo Matania, che l’editore milanese Treves pubblicò nel 1890 allo scopo di fissare i momenti salienti del Risorgimento.
Il periodo della mostra (28 ottobre – 17 novembre 2011) abbraccia anche altre date particolarmente significative della storia d’Italia negli ultimi 150 anni: la battaglia di El Alamein, che si tenne tra il 23 ottobre e il 5 novembre 1942; la vittoria della Grande Guerra, il 4 novembre 1918; l’attentato di Nassirya, il 12 novembre 2003, a testimonianza dell’impegno delle ì Forze Armate italiane nel mondo a difesa della pace.

«Con la mostra “Tre colori per una Patria. Storia della bandiera italiana”, la Provincia di Milano si avvia a concludere i sobri ma significativi eventi pianificati per celebrare il Centocinquantenario dell’Unità d’Italia. – ha dichiarato il presidente della Provincia di Milano, On. Guido Podestà – Mantenere viva attraverso manifestazioni sul territorio la memoria del nostro Risorgimento, è un compito che l’Amministrazione provinciale ha assolto con soddisfazione, raccogliendo, peraltro, l’invito del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che lo scorso 8 gennaio a Forlì, per rendere omaggio al monumento di Aurelio Saffi, sollecitò gli Enti locali a promuovere iniziative tese a celebrare i 150 anni dell’Unità della Nazione. In quest’ottica il Tricolore, e la sua storia, rappresenta il simbolo unitario per eccellenza che abbiamo voluto commemorare attraverso quest’esposizione. Il bianco, il rosso e il verde rappresentano, del resto, non solo i colori di un vessillo – conclude Podestà – ma, soprattutto, i principi democratici cui i patrioti si ispirarono per legare idealmente la storia, la cultura, le tradizioni e la lotta per la libertà di Nord, Centro e Sud».

«Il percorso celebrativo del 150° anniversario dell’Unità Nazionale continua con questa mostra dedicata al Tricolore, che come tutti i simboli, accomuna il popolo italiano da nord a sud. – osserva il Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Provincia, Novo Umberto Maerna. – Il Tricolore ha assunto nei secoli la funzione insostituibile di elemento che raduna in sé le Identità italiane, le sue molteplici sfaccettature geografiche e tradizionali. La conoscenza della bandiera consente di appropriarsi della coscienza propria di Nazione, che accomuna tutti. Un simbolo, il nostro Tricolore, difeso a costo della vita non solo durante i moti risorgimentali, ma anche durante i burrascosi conflitti del Novecento, dalla Grande Guerra sino ad El Alamein. Un simbolo che a distanza di secoli ha segnato anche l’eroico sacrificio dei militari di Nassirya, a significare che lo slancio ideale e patriottico non si è esaurito nel corso dell’Ottocento, ma può continuare anche nel Terzo Millennio. Ci auguriamo sinceramente – conclude Maerna – che questa mostra raccolga lo stesso successo di pubblico che ha caratterizzato tutte le altre iniziative volute dalla Provincia di Milano e dal Presidente Guido Podestà».

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,617FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -