24.1 C
Milano
martedì, Agosto 16, 2022

Proverbio: Alla Madonna di agosto (15 Agosto) si rinfresca il bosco. Per san Rocco (16 Agosto) la rondine fa fagotto

Array

Abbiategrasso, le novità dello Sportello Donna del Comune

Ultimo aggiornamento il 27 Ottobre 2011 – 12:42

(mi-lorenteggio.com) Abbiategrasso, 27 settembre 2011  – Nuovi servizi e nuovi giorni di apertura: lo Sportello Donna del Comune si evolve, e cerca di adattarsi sempre più alle esigenze delle cittadine e dei cittadini.

Innanzitutto, a partire dal 28 ottobre, lo sportello resterà aperto due volte a settimana: il martedì mattina, dalle 9 alle 11, si potranno ottenere indicazioni sul mondo del lavoro, consulenze per problematiche personali e, più in generale, un servizio di orientamento sui servizi offerti dallo Sportello Donna, dal Comune, e dalle altre realtà attive sul territorio. Sarà presente anche Agnese Tacchini, consigliera comunale con delega alle Pari Opportunità.

Venerdì, invece, la psicologa Giulia De Vincenzi incontrerà le persone che si rivolgeranno allo Sportello sia per avere informazioni e supporto, sia – su appuntamento – per una consulenza psicologica gratuita.
Inoltre, prosegue anche il servizio di consulenza legale gratuita, sempre su appuntamento: un consulto riservato e professionale, utile soprattutto in caso di separazione o divorzio.

Lo Sportello Donna si trova nella sede municipale di piazza Vittorio Veneto 7: per informazioni e per fissare un appuntamento, è possibile chiamare il numero 02-94692.375 (martedì e venerdì mattina) oppure 02-94692.371, email sportellodonna@comune.abbiategrasso.mi.it

“In questi anni lo Sportello Donna ha visto crescere sempre più il numero delle utenti – osserva la consigliera con delega alle Pari Opportunità Agnese Tacchini – Proprio per andare incontro alle necessità di tutti, abbiamo modificato e ampliato le giornate di apertura, scegliendo le mattine in cui la città è animata anche dal mercato settimanale: in questo modo, sarà possibile accedere ai nostri servizi negli stesi giorni in cui, magari, si viene in centro per altre commissioni. Credo fortemente in questo progetto – prosegue Tacchini, che ricopre la stessa carica anche alla provincia di Milano – e, nonostante le limitate risorse economiche a disposizione, siamo riuscite a realizzare progetti importanti per rispondere in maniera concreta ad alcuni dei bisogni primari delle donne: la ricerca del lavoro, la soluzione a un problema legale, la cura dei figli, l’accompagnamento alla maternità, un aiuto a chi arriva da un altro Paese, un sostegno psicologico in un momento difficile… Invito, quindi, le cittadine e anche i cittadini a rivolgersi al nostro servizio liberamente e con fiducia, perché troveranno accoglienza e disponibilità.”

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,616FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -