23 C
Milano
giovedì, Agosto 18, 2022

Proverbio: Di Settembre e di Agosto bevi vino vecchio e lascia stare il mosto

Array

Pieve Emanuele, riduzioni delle indennità di carica come misura per ovviare alla crisi

Ultimo aggiornamento il 28 Ottobre 2011 – 15:16

(mi-lorenteggio.com Pieve Emanuele, 28 ottobre 2011 – Il Comune di Pieve Emanuele, per ovviare alle difficoltà economiche che hanno gravemente colpito gli Enti Locali, ha stilato un lungo elenco di tagli per l’Ente e aumenti alle tariffe dei servizi. Le tariffe hanno subito dei rincari, che purtroppo andranno a gravare sulle tasche dei cittadini pievesi; la scelta, necessaria e obbligata, è una conseguenza fisiologici dei tagli applicati dallo Stato agli Enti pubblici, dovuti all’attuale crisi.
“Come ho avuto modo di ribadire in più occasioni – dichiara il Sindaco Rocco Pinto – nel Comune di Pieve Emanuele le entrate statali per l’anno 2011 sono state di circa 16 euro a cittadino; con questo tipo di contributo è impensabile poter garantire una copertura finanziaria dei servizi così alta come quella attuata nel nostro comune, che da quattro anni a questa parte non ha mai applicato aumenti alle tariffe, se non in una percentuale minima e solo in alcuni settori; da oggi, necessariamente, cambierà il modo di fare i bilanci e di far quadrare i conti da parte delle Amministrazioni locali. Anche a Pieve Emanuele, come annunciato da diversi giorni, i cittadini affronteranno degli aumenti, ma non saranno gli unici a fare sacrifici perché si è già approntato un piano di tagli al bilancio pari a circa 500 mila euro. All’interno dei tagli rientra la decurtazione del 5% sull’indennità del Sindaco e degli Assessori, approvata con delibera di giunta, che si aggiunge alla decurtazione del 7%, già applicata mensilmente sulle nostre indennità di carica a partire dallo scorso mese di gennaio. Inoltre i funzionari dell’Ente avranno una riduzione dell’indennità di posizione pari al 10%. A questi tagli si aggiungerà anche la decurtazione del 5% sull’indennità di carica del Presidente del Consiglio comunale. Le riduzioni volontarie delle indennità verranno applicate con decorrenza dal giorno 1° novembre 2011. Si tratta di interventi messi in atto al fine di dare un segnale tangibile alla cittadinanza e per renderla consapevole che i sacrifici richiesti saranno affrontati da tutti in egual modo, condividendo misure certamente poco piacevoli, ma necessarie”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,617FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -