24.3 C
Milano
sabato, Agosto 13, 2022

Proverbio: Agosto ci matura grano e mosto

Array

Commercio. 2 milioni di euro a sostegno delle imprese che hanno subito disagi per i cantieri a Milano

Ultimo aggiornamento il 8 Novembre 2011 – 13:11

Milano, 8 novembre 2011 – In arrivo 2 milioni di euro per le piccole e medie imprese commerciali e artigiane situate in aree interessate da cantieri pubblici che comportano la chiusura di strade, disagi viabilistici o difficoltà ad accedere agli esercizi. È in via di pubblicazione, infatti, il bando per l’accesso ai finanziamenti a fondo perduto a sostegno del commercio, per un ammontare complessivo di 2 milioni di euro (di cui 1 milione e 200.000 a carico del Comune e 800.000 provenienti da fondi della Regione Lombardia).

“Questo sostegno concreto dimostra la vicinanza dell’Amministrazione a tutte quelle realtà che vedono la propria attività penalizzata dalla presenza di piccoli e grandi cantieri pubblici. Un contributo che, per le piccole e medie imprese, può rappresentare il punto di partenza per un nuovo slancio commerciale”, commenta l’Assessore al Commercio, Attività
produttive, Turismo, Marketing territoriale, Franco D’Alfonso.

Potranno usufruire del bando gli esercizi di vicinato e le medie strutture di vendita, le imprese artigiane, i pubblici esercizi, le imprese di servizi e somministrazione di alimenti e bevande, le edicole. Tutti i beneficiari dovranno risultare regolarmente iscritti alla Camera di Commercio ed essere in attività, oltre a essere ubicati in prossimità di uno dei 33 cantieri pubblici presenti a oggi sul territorio comunale.
Il contributo riguarda sia interventi materiali per la miglioria dei locali e degli impianti (adeguamenti per il contenimento energetico e del rumore, acquisto di arredi e dispositivi informatici o beni strumentali all’attività), sia servizi di consulenza. L’entità massima del contributo messo a disposizione delle imprese è di 10mila euro. Il contributo non potrà essere superiore al 70% della spesa complessiva, essendo prevista la compartecipazione del soggetto beneficiario per la rimanente quota del 30%.

Per l’assegnazione dei contributi saranno stilate due graduatorie: una per le imprese commerciali e una per quelle artigiane. Sarà un’apposita Commissione comunale a valutare e a redigere le graduatorie sulla base di specifici indicatori (in caso di uguale punteggio prevarrà la domanda pervenuta prima). Le imprese beneficiarie dovranno concludere gli interventi entro un anno dalla data di invio della comunicazione di concessione di contributo. Saranno ammessi ai contributi anche gli interventi avviati nei 12 mesi antecedenti la data di pubblicazione del bando.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,615FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -