24.1 C
Milano
martedì, Agosto 16, 2022

Proverbio: Alla Madonna di agosto (15 Agosto) si rinfresca il bosco. Per san Rocco (16 Agosto) la rondine fa fagotto

Array

Basiglio contro Milano: scoppia la guerra del trasporto pubblico

Ultimo aggiornamento il 8 Novembre 2011 – 17:13

(mi-lorenteggio.com) Basiglio, 8 novembre 2011. “Altro che politiche contro l’inquinamento e a favore del trasporto pubblico. Quando si tratta di passare dagli slogan ai fatti, il Comune di Milano è molto meno sensibile di quanto vorrebbe far credere. Basti pensare a quanto sta accadendo per la linea di autobus che collega Basiglio a Milano, la cui gestione dopo il passaggio di consegne tra l’amministrazione Moratti e quella Pisapia si è trasformata in un vero incubo per l’Amministrazione e i cittadini”.

Così il Sindaco di Basiglio, Marco Flavio Cirillo, stanco del totale disinteresse che il Comune il Milano sta mostrando nei confronti del trasporto pubblico nei Comuni dell’hinterland. Mentre da un lato Palazzo Marino sta adottando provvedimenti come la congestion charge e le domeniche a piedi, volti a disincentivare l’utilizzo dell’auto privata da parte dei cittadini, dall’altro sarebbe lecito attendersi che quantomeno sostenesse il trasporto pubblico.

Invece, “per avere l’ok ad una semplice rettifica di tre minuti dell’orario degli autobus che collegano Basiglio alla fermata del metrò in piazzale Abbiategrasso non è bastato un mese. – prosegue il Sindaco Cirillo – Così, mentre il Comune di Milano si concentra su provvedimenti ideologici o volti solo a fare cassa, il trasporto pubblico continua a diventare più costoso per gli utenti, senza che ci siano benefici per la qualità del servizio”.

Anzi. Se fino a pochi mesi fa le richieste di adeguamento degli orari alle necessità degli oltre 2 mila passeggeri che utilizzano quotidianamente la linea Basiglio-Milano venivanovalutate nel giro di pochi giorni, con la giunta Pisapia il quadro è notevolmente peggiorato. Il passaggio attraverso Palazzo Marino, necessario per modificare l’organizzazione di un servizio che è in capo ad Atm ma che è affidato in subappalto ad Amp, lo storico gestore locale, si è trasformato in un incubo burocratico. Tutto ciò a fronte di un incremento delle tariffe che ha portato da 2,50 a 2,80 euro il costo della corsa singola da Basiglio al centro di Milano, e da 1,85 a 2,25 euro quello della tratta Basiglio-Piazzale Abbiategrasso.

“Visto che il personale negli uffici tecnici del Comune e in Atm è rimasto lo stesso, peraltro sempre molto disponibile verso le nostre richieste, è chiaro che il problema è quello dell’indirizzo politico dato dalla Giunta Pisapia. – spiega il Sindaco Cirillo – Mi si deve spiegare che senso ha proporre ai Sindaci dell’hinterland di aderire alle domeniche a piedi, quando poi si mostra totale disinteresse per i servizi di trasporto che collegano i loro territori a Milano”. Un comportamento che “rende ancora più insopportabile la congestion charge, – conclude primo cittadino di Basiglio – una misura che ci riporta indietro ai tempi dei dazi e che rischia di sacrificare i consumi delle famiglie milanesi sull’altare dell’ideologia”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,616FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -