24.1 C
Milano
martedì, Agosto 16, 2022

Proverbio: Alla Madonna di agosto (15 Agosto) si rinfresca il bosco. Per san Rocco (16 Agosto) la rondine fa fagotto

Array

"Vivere a Legnano". L’APIL a convegno

Ultimo aggiornamento il 17 Novembre 2011 – 15:58

(mi-lorenteggio.com) Legnano, 17 novembre 2011 – “Vivere a Legnano. Persone, famiglia e lavoro: una città e il suo futuro”. E’ questo il titolo del convegno in programma domenica 27 novembre, con inizio alle ore 10, nella sala congressi della Famiglia Legnanese, in viale Matteotti 3.
L’incontro è organizzato dall’Associazione Periti Industriali e Laureati di Legnano (APIL).

Un anno fa l’associazione favorì una riflessione su come si lavora nell’Alto Milanese; in aprile fermò la sua attenzione su come si studia nell’Alto Milanese; questa volta sarà il turno di come si vive a Legnano. Si conclude così il ciclo di eventi voluti da APIL per celebrare i suoi 60 anni di fondazione.

Al convegno parteciperanno come relatori i sociologi Roberta Marzorati e Carlo Penati, il sindaco Lorenzo Vitali e mons. Carlo Galli, prevosto della città. Ciascuno affronterà un aspetto particolare dei cambiamenti che Legnano ha subito dal secondo dopoguerra ad oggi passando dall’essere una città del lavoro manifatturiero a città del terziario.

«Tali cambiamenti – spiega il presidente Giovanni Caironi – hanno innescato dinamiche che coinvolgono il tessuto sociale e interrogano tutti coloro che hanno responsabilità in vari ambiti della convivenza civile. Le stesse relazioni sociali ne hanno risentito; se prima i tempi di Legnano erano scanditi dalle sirene delle fabbriche, oggi ben altri “suoni” condizionano le sue giornate. Una città, infatti, non è la somma di individui, ma la risultante di una rete di relazioni che coinvolgono le persone, le famiglie e il lavoro. Il lavoro, soprattutto, non va inteso solamente come fonte di sostentamento, ma come strumento che dà dignità alle persone, coesione alle famiglie, collaborazione e solidarietà nei vari ambiti del vissuto quotidiano. Legnano sembra oggi aver smarrito la propria indentità di città del lavoro ed è alla ricerca di una nuova anima. Da qui la necessità di allargare gli orizzonti e di aprire nuove finestre verso il futuro».

La seconda parte della mattinata sarà caratterizzata dalla consegna del “Premio Lavoro e Famiglia”, il prestigioso riconoscimento che APIL attribuisce periodicamente a una famiglia titolare di un’impresa artigianale, industriale o di altre attività produttive.
Quest’anno la scelta è caduta su Giovanni e Piero Donelli, titolari dell’Impresa Donelli che proprio quest’anno celebra il secolo di attività, essendo stata fondata a Legnano nel 1911. Questa la motivazione: «Per aver saputo valorizzare l’esperienza maturata nell’azienda di famiglia e per aver trasmesso ai figli la passione imprenditoriale». Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,616FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -