22.4 C
Milano
domenica, Agosto 14, 2022

Proverbio: Agosto ci matura grano e mosto

Array

Consigli di Zona dei Ragazzi. Pisapia: “Le idee dei bambini ci aiuteranno a far diventare Milano una città amica di tutti”

Ultimo aggiornamento il 17 Novembre 2011 – 20:06

(mi-lorenteggio.com) Milano, 17 novembre 2011 – Questa mattina 1056 bambini e ragazzi dagli 8 ai 14 anni, provenienti da 54 scuole cittadine, hanno incontrato il Sindaco e gli assessori nei nove Consigli di Zona di Milano. L’iniziativa è stata organizzata dalla Giunta in occasione del XXII anniversario della firma della Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, per
dare il via alla nascita dei Consigli di Zona dei Ragazzi e delle Ragazze.

“Avete presentato idee per la città molto precise e concrete, come le piste ciclabili, i parchi puliti, le scuole più vivibili e aperte al quartiere. Le prendiamo subito tutte in considerazione: alcune sono realizzabili in
tempi brevi, per altre ci vorrà un po’ più di tempo”. Lo ha detto il Sindaco Giuliano Pisapia ai ragazzi presenti nel Consiglio di Zona 9.
“Mi colpisce e mi fa molto piacere questa vostra preparazione sui temi della città. Grazie al vostro aiuto potremo migliorare veramente Milano e renderla una città amica di tutti”, ha concluso il Sindaco.

Questa mattina in Consiglio di Zona 9 si sono insediati i 49 bambini appena eletti nelle scuole del quartiere: qui nel 2006 è nato il primo Consiglio di Zona dei Ragazzi e delle Ragazze, grazie a un progetto pilota realizzato dal CdZ9 e dal Coordinamento Lombardia per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (Pidida) composto da settanta associazioni.

“Costruiamo modelli nuovi di partecipazione a partire dai Consigli di Zona dei Ragazzi”. Lo ha dichiarato la vicesindaco e assessore all’Educazione e istruzione Maria Grazia Guida. “Questa mattina – ha proseguito la vicesindaco – ho incontrato un centinaio di bambini che hanno mostrato di conoscere molto bene il loro quartiere, profondamente consapevoli di tutti i problemi: dal traffico alla sicurezza, dalla pulizia delle strade al rispetto delle regole del vivere civile. I bambini della scuola media di via Giusti, in zona Paolo Sarpi, ci hanno segnalato il disagio provocato da coloro che con i furgoncini sostano in doppia fila per scaricare le merci, la mancanza delle piste ciclabili, la maleducazione dei padroni dei cani che sporcano sul marciapiede e poi non lo puliscono, il bisogno di illuminare meglio alcune vie. Hanno invocato anche la necessità di una
città più verde e colorata, di una maggiore presenza nel territorio dei Vigili, la cui figura viene vissuta come positiva e rassicurante.
Raccogliamo tutte queste richieste preziose e, tutti insieme, adulti e ragazzi, iniziamo a lavorare in maniera trasversale: assessori, consiglieri comunali e di Zona, insegnanti delle scuole, genitori, insieme alle associazioni del territorio e del Pidida, individueremo le modalità per rendere efficace e coinvolgente il progetto dei Consigli di Zona dei Ragazzi e delle Ragazze che devono diventare un modello virtuoso di partecipazione dei ragazzi alla vita cittadina, sul modello di quanto accade già da molti anni in Francia. Colgo l’occasione – ha concluso la vicesindaco Guida – per ringraziare le associazioni del Pidida che stanno apportando un contributo fondamentale per la realizzazione del progetto nelle nove Zone della città: Arciragazzi, Associazione Sos Villaggi dei Bambini Onlus, Associazione Valeria, Celim, Ciai, Comitato di Milano per l’Unicef, Cnca, Fondazione L’Albero della Vita Onlus, Fratelli dell’Uomo, Legambiente”.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,615FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -