20.9 C
Milano
sabato, Luglio 13, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

Gaggiano. Scomparso improvvisamente Luigi "Gino" Maldarella

(mi-lorenteggio.com) Gaggiano, 31 luglio 2012 – E’  improvvisamente scomparso nella serata di sabato 28 luglio, Luigi Maldarella di anni 61, al momento del decesso si trovava nella sua abitazione di via Marianna, ha lamentato un dolore e dopo pochi minuti è accasciato a terra privo do sensi.
Immediatamente sono arrivarti i soccorsi, con una ambulanza ed una auto medica è stato effettuato il massaggio cardiaco ed e stato utilizzato anche il defibrillatore, purtroppo però tutto è stato vano ed il povero Luigi si è arreso.
Chi scrive queste righe l’ho conosceva di persona da molti anni e non può che ricordarlo come una persona serena e solare, sempre con il sorriso sulle labbra, un padre di famiglia con un grandissimo senso del valore "famiglia" tre figli ed un nipotino, grandissimo lavoratore, piccolo imprenditore artigiano nell’azienda di famiglia.
Ricordo che quando mi capitava di doverlo incontrare per vari motivi sceglievo l’orario della pausa pranzo, sapendo che lui non staccava nemmeno in quell’ora, ci parlavamo nel rumore e accanto alla macchina che sfornava in continuazione soffiati termoplastici, lui mangiando un panino e bevendo una bottiglietta d’acqua direttamente sul posto di lavoro.
E’ stato anche presidente della Cooperativa La Novella 73, negli anni ottanta/novanta, gli anni in cui il circolo edificava case su terreni concessi in legge agevolata permettendo a tante giovani coppie ma non solo, di realizzare il sogno della casa, aveva anche una grande passione, la bicicletta, da poco aveva deciso di diminuire leggermente il suo impegno nell’azienda di famiglia e questo gli permetteva di poter disporre di qualche ora in più da passare assieme agli amici della società sportiva ASD F.lli Giacomel – Vavassori, ultimamente capitava di vederli sfilare nella loro livrea bianco nera, che era poi anche la sua fede calcistica, juventino fino al midollo.
Martedì mattina si è svolto il funerale, la chiesa era gremita di gente e tutta la squadra ciclistica in divisa della società con tanto di bicicletta alla mano ha seguito il feretro dall’abitazione alla parrocchiale e poi terminata la funzione religiosa, sono balzati in sella hanno accompagnato il carro funebre nel tragitto fino al cimitero.
Purtroppo come già capitato, anche in questa occasione, Gaggiano perde un talento e una grande risorsa.
Probabilmente gli arrivi delle gare organizzate della società dei fratelli Vavassori, in futuro torneranno ad essere sul viale del cimitero, come si faceva una volta, in modo che tu possa vedere l’arrivo.
Ciao Gino!

Antonio Varieschi

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -