22.4 C
Milano
sabato, Luglio 20, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

Ciclismo. 106a edizione de Il Lombardia, da Bergamo a Lecco attraverso salita del Muro di Sormano

Milano, 31 luglio 2012 – Sarà il Muro di Sormano, riproposto dopo 50 anni, una delle grandi novità della 106a edizione de Il Lombardia.

Come annunciato, per onorare i 70 anni del campione bergamasco Felice Gimondi, l’edizione 2012 del Lombardia prenderà il via, sabato 29 settembre, da Bergamo con un percorso di 251 chilometri e che vedrà alla partenza – come da tradizione – molti dei migliori campioni del pedale in rappresentanza di 25 formazioni (18 World Tour invitate di diritto e 7 wild card). Quest’anno Il Lombardia potrà fregiarsi, a pieno titolo, di essere anche la rivincita del Mondiale che si disputerà la settimana precedente a Valkenburg, Olanda.

Gli organizzatori di RCS Sport hanno scelto di inserire la durissima salita del Muro di Sormano sia per una scelta tecnica ben precisa sia per esaudire le moltissime richieste pervenute da tifosi.

L’ultima volta che il Muro di Sormano fece parte del percorso del Lombardia era il 1962 e vinse l’olandese Johannes de Roo (che si aggiudicò anche l’edizione successiva).

Il pluri-vincitore della “Classica delle foglie morte” è Fausto Coppi che vinse cinque edizioni di cui quattro consecutive (1946 – 1947 – 1948 – 1949 – 1954).

Il percorso

Partenza da Bergamo e dopo un primo tratto “mangia e bevi” si affronta la salita di Valcava (9.6 km al 9%, max 18% – m 1336) con 14 tornanti. Discesa tecnica su Costa Valle Imagna, Roncola per poi immettersi nelle strade della pianura bergamasca che conducono in Brianza. Passaggio breve per Colle Brianza e discesa che porta ad Asso; ci si immette in Valassina dove a Maglio la corsa svolta a sinistra e immediatamente inizia la salita della Colma di Sormano (m 1124). Poche centinaia di metri dopo Maglio si imbocca il Muro di Sormano (2 km al 15%) su strada stretta (da poco restaurata),con tornanti strettissimi e con pendenze, attorno ai 1000 m di percorrenza, che superano il 25% fino a sfiorare il 30%. Superata la Colma segue la discesa (in falsopiano nella prima parte, poi molto tecnica con molti tornanti) su Nesso dove si riprende la strada costiera per raggiungere Regatola di Bellagio, dove inizia la salita del Ghisallo (m 754) con pendenze fino al 14%. Discesa molto veloce fino ad Asso per deviare su Valbrona, Onno e raggiungere Oggiono; poi strappo sino a Villa Vergano dove si conclude la salita che presenta anche pendenze del 15%. Quindi picchiata verso Lecco dove, sul Lungolario Isonzo, è posto l’arrivo.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -