20.9 C
Milano
sabato, Luglio 13, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

Lombardia. Bici, con il Politecnico allo studio una pista lungo il Po che collegherà Torino a Venezia

(mi-lorenteggio.com) Milano, 06 settembre 2012 – Regione Lombardia e Politecnico di Milano si confronteranno per la realizzazione di una pista ciclabile che, correndo lungo il Po, collegherà Torino a Venezia. Un incontro tecnico è stato programmato a questo scopo per il prossimo 19 settembre. Lo ha spiegato l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, rispondendo in Aula consiliare a un’interrogazione sulla mobilità ciclistica.

IL TRACCIATO – "Questo progetto – ha spiegato Cattaneo – si inserisce nel percorso della ‘Ciclovia del Po e delle Lagune’. A questo scopo Regione Lombardia, dando priorità alle segnalazioni e alle richieste dagli Enti locali, ha previsto un tracciato che si snoda su entrambe le sponde del fiume per dare continuità ai percorsi delle Regioni limitrofe. Il progetto ‘Vento’ dell’ateneo milanese, invece, considera un solo percorso in parte sulla sponda destra e in parte su quella sinistra". Esiste comunque una condivisione di intenti tra quanto proposto dall’Università e il lavoro di pianificazione che la Regione sta svolgendo per la definizione di una dorsale ciclistica regionale.

11 MILIONI PER 45 PROGETTI – L’assessore ha fatto poi il punto sugli investimenti di Regione Lombardia, per favorire lo sviluppo della mobilità ciclistica dopo l’approvazione, avvenuta nel 2009, della legge regionale. "Da allora – ha ricordato l’assessore – la Giunta ha stanziato 11,3 milioni di euro, con i quali sono stati finanziati 45 progetti selezionati tra i 548 presentati dagli Enti locali. Con questi fondi è stata cofinanziata la realizzazione di 175 chilometri di piste ciclabili, 15 velostazioni, 33 aree di sosta e 13 postazioni di bike sharing. Gli Enti locali sono i rappresentanti democraticamente eletti dal territorio e sono loro, insieme alla Regione, i titolari della programmazione: per questo ritengo che il lavoro di condivisione dei tracciati compiuto nella fase di definizione degli itinerari con il territorio sia indispensabile per l’attuazione di ogni intervento".

PIANO PER LA MOBILITÀ CICLISTICA – L’assessore ha inoltre confermato che la redazione del Piano regionale della mobilità ciclistica è in atto e che l’approvazione potrebbe avvenire entro la fine del 2012, dopo il passaggio in Commissione consiliare.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -