28.1 C
Milano
sabato, Luglio 13, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

Ceriano Laghetto. E’ morto Cesare Parazzini, lo “storico” del Comune

(mi-lorenteggio.com) Ceriano Laghetto, 18 settembre 2012 – Nella notte scorsa è improvvisamente venuto a mancare Cesare Parazzini, persona molto conosciuta e stimata a Ceriano Laghetto e in particolare negli uffici comunali dove da diversi anni si recava quasi quotidianamente, per raggiungere la sede del Circolo storico cerianese,che lo vedeva impegnato nelle sue preziosissime ricerche. Se ne è andato all’improvviso, all’età di 75 anni, colto da un grave malore nella sua casa di via Piave a Ceriano, paese in cui è nato e cresciuto.
Grande appassionato di storia e cultura locale, Cesare Parazzini ha dedicato moltissimo tempo alle ricerche, consultando archivi locali e nazionali, che gli hanno permesso di ricostruire passaggi storici ma anche tante curiosità della Ceriano che fu.
Fino all’ultimo giorno ha collaborato con l’Amministrazione comunale, mettendo a disposizione tutta la sua esperienza. Ancora lunedì mattina diversi dipendenti comunali lo hanno incrociato sulle scale, scambiando un saluto, un sorriso o due parole che Cesare Parazzini sapeva rivolgere con la cordialità e la gentilezza che da sempre lo caratterizzavano. In queste settimane stava intensificando il suo impegno per portare a termine l’edizione 2013 del “Taccuìn cerianès”, il calendario che ormai da 15 anni tiene compagnia nelle case di tutti i cerianesi, con aneddoti, cenni storici, curiosità, ricette e fotografie che raccontano ogni anno aspetti diversi dell’antica Ceriano. Suo il prezioso contributo anche per “Ceriano Laghetto tra storia e curiosità del passato”, l’ultima pubblicazione storica del Comune di Ceriano Laghetto, così come sua la consulenza, per esempio per la realizzazione del dipinto di San Vittore sul lato della piazza della chiesa, così come per la creazione del concorso “Anadin d’or”. Ancora oggi struggente il suo ricordo personale del bombardamento della polveriera di Ceriano nel Natale del 1944, riportato in più di una pubblicazione, sua la relazione storica della tradizione della “Giubiàna” che appena pochi giorni fa ha accompagnato la documentazione necessaria per intitolare il nuovo ponte sulla ferrovia.
All’amore per la storia univa quello per la poesia e per la lingua milanese: non sono pochi i suoi componimenti dedicati a Ceriano, ai suoi angoli e ai suoi personaggi.
Insomma, Cesare Parazzini è stato per Ceriano Laghetto un testimone rigoroso, un osservatore attento, un custode fidato e delicato della storia e delle storie, delle virtù e delle debolezze, delle bellezze, delle ricchezze e dei dolori di questa comunità, che oggi non può che ricordarlo con grande rimpianto. “Sono davvero sconcertato dalla notizia della morte di Cesare Parazzini” -ha commentato il sindaco Dante Cattaneo. “Solo l’altro giorno l’avevo coinvolto in un progetto importante da portare avanti con la Pro Loco e lui aveva accettato con il solito entusiasmo che metteva in queste cose. Ci incontravamo spesso in Municipio, era bellissimo sentirlo parlare delle storie della Ceriano di un tempo ed era sempre disponibile a collaborare per ricordare un evento o un personaggio delle nostre parti. La sua prematura scomparsa è un fatto che ci riempie di dolore e che lascia un vuoto davvero difficile da colmare”. L’Amministrazione comunale intende rivolgere le più sentite condoglianze ai famigliari di Cesare Parazzini.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -