22.4 C
Milano
domenica, Agosto 14, 2022

Proverbio: Agosto ci matura grano e mosto

Array

LEGNANO E NERVIANO. DIPENDENTI COMUNALI A SCUOLA DI ANTICORRUZIONE

Ultimo aggiornamento il 8 Settembre 2015 – 11:41

(mi-lorenteggio.com) Legnano, 8 settembre 2015 – Consapevolezza del proprio ruolo, ma soprattutto coscienza delle proprie responsabilità nei confronti della collettività. A questo mira il progetto finanziato dai Comuni di Legnano e Nerviano in tema di anticorruzione e antimafia che risponde ai requisiti del PNA (Piano Nazionale Anticorruzione). Un corso della durata di quattro settimane rivolto a 120 dipendenti comunali, suddivisi in gruppi a seconda degli uffici di appartenenza, organizzato dalla società Essepi Consulting di Pavia e coordinato da Pietro Previtali, docente di risorse umane, organizzazione e compliance all’Università di Pavia. «Scopo primario di questi corsi – spiega Pierluisa Vimercati, segretario generale del Comune di Legnano e responsabile anticorruzione dell’Ente – è quello di infondere una coscienza etica della legalità nei dipendenti comunali rispetto al proprio ruolo e alle proprie responsabilità rispetto al lavoro e ai propri concittadini».
I corsi che prenderanno il via il prossimo 12 ottobre 2015 (annuali e previsti dalla legge) rientrano nel piano triennale 2015/2017 e prenderanno in considerazione quattro macro aree specifiche, delineate dal PNA: acquisizione e progressione del personale; affidamento di lavori, servizi e forniture; provvedimenti ampliativi della sfera giuridica dei destinatari privi di effetto economico diretto e immediato per il destinatario e quelli con effetto immediato e diretto per il destinatario.
«Sulla base di queste quattro aree -continua Vimercati -, il Comune di Legnano ha ampliato la propria sfera di lavoro a seconda degli uffici interessati, in modo da entrare ancora più nello specifico e riuscire a focalizzare l’attenzione su aspetti più mirati. Perché, come detto, è importante infondere coscienza soprattutto laddove si pensa di operare secondo le regole e, al contrario, si stanno violando le norme e si rischia di addentrarsi nella corruzione vera e propria».
Un esempio? «Banalmente, se un dipendente comunale pensa che farsi mandare a casa propria il giardiniere del Comune per tagliare il giardino privato, magari il sabato o la domenica, o fuori dall’orario di lavoro utilizzando gli strumenti del Comune, non sia una violazione delle regole, sbaglia. Non è il caso dei Comuni di Legnano e Nerviano, ma potrebbe capitare, talvolta inconsciamente e in buona fede. Pensare che operare in questo modo non sia un grave errore della propria condotta, è sintomo di una mancanza di quella coscienza etica di cui parlavamo. È in questi aspetti, anche i più banali, che si annida il rischio di sfociare in casi ancora più gravi e deleteri per l’amministrazione pubblica, in primis, e, a cascata, su tutta la collettività».
Parteciperanno al corso di formazione anche alcuni dipendenti del Comune di Nerviano dove la Vimercati opera con le stesse mansioni del Comune di Legnano, ossia segretario generale e responsabile anticorruzione. Costo del progetto: 4mila euro, di cui 2mila 500 a carico del Comune di Legnano, la rimanente parte a carico del Comune di Nerviano.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,615FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -