27.3 C
Milano
giovedì, Luglio 25, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

LOMBARDIA. RICONOSCIMENTO EUROPEO A CLUSTER ENERGIA, MELAZZINI:SODDISFATTI PER RISULTATO

Milano, 18 settembre 2015 – Il ‘Lombardy Energy Cleantech Cluster’ – il ‘Cluster tecnologico lombardo per l’Energia e l’Ambiente’, che riunisce 108 imprese, 5 Enti della Pubblica amministrazione, 8 Universita’ e centri di ricerca, 4 istituti bancari, 15 associazioni industriali ed enti no profit – e’ il primo cluster italiano a ottenere il prestigioso riconoscimento europeo della ‘Gold Label’.

GOLD LABEL – La ‘Gold Label’ rappresenta il piu’ alto livello del sistema di certificazione Esca (European Secretariat for Cluster Analysis), sistema adottato dalla Commissione europea per classificare i cluster comunitari, conoscerli e inserirli in un percorso di crescita. Il riconoscimento, in sostanza, consente di partire in pole position, rispetto ad altri competitors, sui mercati come nell’assegnazione di bandi europei. Un vantaggio non da poco per le imprese che ne fanno parte, in particolare per le Pmi.

L’IMPEGNO DELLA REGIONE – "Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto dal ‘LE2C’ – dichiara l’assessore alle Attivita’ Produttive, Ricerca e Innovazione della Regione Lombardia Mario Melazzini -, che testimonia il valore e la concretezza delle politiche attuate da Regione Lombardia a supporto del Cluster Tecnologico Lombardo per l’Energia e l’Ambiente e nel complesso per tutti i Cluster Tecnologici Lombardi (Ctl). L’impegno di Regione Lombardia, e del mio Assessorato in particolar modo, e’ di accompagnare il percorso di sviluppo di queste realta’ sul territorio, non solo investendo importanti risorse, come fatto negli ultimi due anni, mettendo in campo un milione di euro, ma individuando nei Ctl stessi un importante strumento per l’attuazione e l’implementazione della ‘Smart Specialization Strategy’ di Regione Lombardia, il documento programmatico che orientera’ l’utilizzo dei fondi Europei della nuova programmazione. I cluster, compreso LE2C, sono stati dunque coinvolti e hanno avuto un ruolo attivo nell’impostazione di ciascuna Area di Specializzazione dei programmi di Lavoro ‘Ricerca e Innovazione’ per il periodo 2014-2015 (che declinano la S3), le cui tematiche individuate saranno oggetto di specifici bandi e inviti a presentare proposte a valere sulla nuova programmazione comunitaria (POR FESR 2014/2020)".

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE – "Inoltre, rispetto alle misure gia’ in essere – conclude Melazzini – continua un lavoro puntuale da parte di Regione Lombardia nel segnalare ai Ctl opportunita’ di cooperazione internazionale offerte dalle reti internazionali, di cui la Regione e’ membro, come ad esempio i ‘Quattro Motori’ e il ‘Vanguard Initiative’, e abbiamo attivato una cabina di regia che riunisce periodicamente i cluster manager. Tra le prossime azioni, sottolineo lo stanziamento di ulteriori risorse a supporto di progetti volti al rafforzamento dei Ctllungo un percorso di eccellenza".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -