28.1 C
Milano
sabato, Luglio 13, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

Cooperazione: Missione in Palestina per salvare la “Scuola di Gomme” italiana

Rozzano 8 novembre 2016 – L’Alta Corte di Giustizia israeliana deciderà il 24 novembre il destino della scuola italiana costruita con pneumatici usati nel villaggio beduino di Al Ahmar, alle porte di Gerusalemme est.

La scuola rischia la demolizione per un esposto dei coloni illegali di una vicina colonia ebraica in West Bank e perché si trova sul tracciato del costruendo muro di separazione israeliano. Il muro di cemento, alto 8 metri, è quasi completato e la scuola rappresenta un ostacolo e al contempo un baluardo. Un ostacolo al completamento della barriera di vero e proprio “apartheid” che attraversa tutta la Palestina, sottraendo terre ai contadini e dividendo piccoli villaggi dai terreni agricoli e dalle poche fonti di acqua. Un baluardo di pace, di educazione e di cultura per i bambini beduini Jahailin palestinesi che, altrimenti, dovrebbero andare a scuola a Jericho, impiegando due ore di cammino e rischiando la vita sulla strada tra Gerusalemme e Jericho.

Due Assessori del Comune di Rozzano, Ente capofila di molti progetti in Palestina, con il dirigente della Ong “Vento di Terra” che ha costruito la scuola (con contributi della CEI, della Cooperazione italiana, di Comuni e parrocchie), sono in questi giorni in missione nei Territori Palestinesi Occupati, al seguito della missione diplomatica del Presidente Massimo D’Alema, il quale visiterà la Knesset israeliana e l’Autorità Nazionale Palestinese a Ramallah. Negli scorsi anni, sempre a seguito della minaccia di demolizione della scuola, si recarono in visita al villaggio beduino lo stesso Presidente D’Alema, l’allora Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia e il Vice Ministro agli Affari Esteri, Lapo Pistelli.

L’ex Presidente del Consiglio, D’Alema, gli Assessori Dario La Guardia e  l’ex deputato Stefano Apuzzo (in rappresentanza del Fondo provinciale milanese per la Cooperazione), visiteranno la “Scuola di Gomme” il 9 novembre alle 9.30. All’iniziativa saranno presenti anche Massimo Annibale Rossi, di “Vento di Terra”, le autorità consolari italiane, quelle palestinesi i rappresentanti della Chiesa cattolica e i rabbini dell’associazione israeliana “Rabbini per i Diritti Umani”. L’8 novembre sera è previsto un incontro a cena alla Mukatah con il Presidente palestinese Abu Mazen.

Il Sindaco di Rozzano, Barbara Agogliati, ha dichiarato: “La nostra città dimostra sempre di essere solidale con chi è in condizione di bisogno e non si tira indietro nel supportare anche territori distanti dal nostro come la Palestina. I bambini, siano essi italiani, africani o palestinesi hanno il diritto di andare a scuola e di poter immaginare un futuro migliore. Rozzano investe molto sui propri talenti, da quelli sportivi a quelli culturali e supporta chi decide di fare altrettanto. I nostri due assessori svolgono una missione in Palestina, totalmente autofinanziata, per tentare di salvare una scuola, alla cui costruzione abbiamo contribuito anche noi”.

“Nel corso dell’ultima operazione militare israeliana a Gaza venne distrutta la scuola italiana costruita da “Vento di Terra”, La Terra dei Bambini, adesso anche la “Scuola di Gomme” rischia la demolizione per far posto ad altre colonie illegali e  ad un muro di separazione. Dove c’è una scuola c’è futuro e c’è pace. Sulle sue rovine, crescono solo disperazione e odio. La nostra è una missione di pace e amicizia verso il popolo palestinese e verso quello israeliano”, affermano Apuzzo e La Guardia.

 

Redazione

 

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -