27.3 C
Milano
giovedì, Luglio 25, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

Refettori delle scuole lissonesi: presto un check-up sul livello di riverbero di tutte le aule mensa

(mi-lorenteggio.com) Lissone, 25 novembre 2016  – Un check-up sul livello di riverbero presente in tutte le aule mensa lissonesi, per individuare eventuali accorgimenti tecnici che consentano di migliorare l’acustica interna ai refettori.

È questo l’ennesimo intervento interno alle scuole lissonesi predisposto per i prossimi giorni dall’Amministrazione Comunale di Lissone: con apposita strumentazione verrà valutato non il livello di decibel presenti all’interno dei refettori, ma il loro riverbero – ovvero il «rimbalzo» delle onde sonore. E, nel caso in cui vengano accertati livelli anomali, saranno predisposti interventi consistenti nell’installazione di tendaggi, ulteriori pannellature fono-assorbenti o se consentito dalla struttura «vele acustiche», tutti elementi che consentono di realizzare una correzione acustica interna di notevole effetto, efficacia ed impatto estetico.

Un percorso che riguarderà anche il nuovo refettorio della scuola Moro che, così come gli altri del territorio, sarà quindi soggetto a una valutazione sul livello di riverbero: indagine che necessariamente deve avvenire ad opera ultimata. Si spiegano in questo modo alcune proteste per il livello sonoro nella nuova mensa, ritenuto eccessivo; in realtà, analisi empiriche effettuate negli orari del pranzo, hanno dimostrato che, in quanto a decibel, esso è analogo o inferiore ad altre sale mensa scolastiche lissonesi.

Il problema sta appunto nel «riverbero»: prima della consegna il refettorio Moro – realizzato ovviamente con materiali fonoassorbenti secondo le normative previste in materia di sicurezza e comfort degli alunni – ha infatti subìto le specifiche verifiche sul «clima acustico», sulle facciate e sui materiali interni, oltre alla validazione del progetto, risultando del tutto adeguato sotto il profilo acustico. Solo con la presenza dei piccoli alunni, però, è stato possibile verificare gli effetti di riverbero, per i quali sono previsti ora piccoli interventi di «arredo» come il posizionamento di tende o di altri elementi dissuasori della propagazione di onde sonore.

L’occasione è stata preziosa per verificare il livello sonoro anche delle altre sale mensa, che l’Amministrazione Comunale ha previsto di far analizzare per diminuire – dove possibile – il livello di “rumorosità” percepito dall’orecchio umano. Nei refettori delle scuole di Lissone sono già oggi utilizzati pannelli dal forte potere fonoassorbente e, in alcuni, sono presenti pavimentazioni che favoriscono la massima attenuazione del livello di pressione sonora di calpestio; insieme alla parte tecnica, verrà valutato l’acquisto di ulteriori elementi che possano contribuire a migliorare ulteriormente le prestazioni acustiche interne agli spazi per la refezione scolastica in relazione al «rimbalzo» delle onde.

«Per quanto riguarda, nello specifico, il nuovo refettorio della scuola Moro, il rumore antropico legato ai fattori umani è in fase di ulteriore valutazione con l’obiettivo di introdurre accorgimenti che possano giungere a un intervento risolutivo – sottolinea il sindaco Monguzzi –. Proseguirà il nostro dialogo con l’istituzione scolastica, saranno effettuati ulteriori rilievi di misurazione con la strumentazione più adeguata al fine di verificare e monitorare il riverbero provocato dalla presenza degli alunni. A seguito di queste valutazioni, verrà poi individuato l’inserimento di elementi che contribuiscano a migliorare il clima acustico della struttura. Questa operazione di check-up sarà effettuata su tutti i refettori lissonesi, nell’ottica di tutelare la salute dei nostri ragazzi».


Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -