28.1 C
Milano
sabato, Luglio 13, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

LOMBARDIA. VIOLENZA DONNE, BRIANZA: CULTURA DEL RISPETTO VA INSEGNATA FIN DAI PRIMI PASSI

Milano, 25 novembre 2016 – "Oggi e’ il 25 novembre, una data estremamente importante perche’ si celebra la giornata internazionale dedicata al contrasto alla violenza sulle donne; durante questa settimana sono state numerosissime le iniziative dedicate a questo tema, ma il nostro impegno come cittadini e come Istituzioni, non deve esaurirsi in questa settimana, ma essere sempre costante, presente ed efficace". Cosi’ l’assessore regionale al Reddito di autonomia e Inclusione sociale Francesca Brianza, in apertura del convegno "La cultura del rispetto nello sport", oggi all’Auditorium Testori di Palazzo Lombardia, a cui e’ intervenuto anche il collega allo Sport e Politiche per i Giovani, Antonio Rossi.

PARTIRE FIN DA PICCOLI – "E’ importante vedere che ci siano tanti giovani presenti oggi – prosegue Brianza – perche’ la cultura del rispetto e’ qualche cosa che va trasmessa e insegnata ai giovani, fin dai primi passi.

RISPETTO PER L’ALTRO – "La donna deve essere valorizzata, sostenuta e rispettata ogni giorno – chiosa Brianza – non perche’ sia donna, ma perche’ e’ un essere umano e nessuna donna merita i trattamenti che certi uomini hanno deciso, sbagliando, di infliggere loro. La violenza non e’ mai amore, e’ qualcosa di estremamente malato – prosegue – e va sempre contrastata e condannata con forza in qualsiasi forma e in qualsiasi modo".

SPORT E DONNE – "Il numero dei femminicidi nel nostro Paese e’ purtroppo drammaticamente elevato – sottolinea l’assessore – per questo oggi abbiamo deciso di affrontare il tema del contrasto alla violenza sulle donne partendo dallo sport, da sempre esempio di valori positivi perche’, proprio nello sport, le donne possono sviluppare una consapevolezza diversa e confrontarsi con i loro colleghi maschi in un ambiente sano, attraverso una competizione costruttiva basata sulla stima e sul rispetto reciproco".

"Cultura, rispetto e sport sono tre parole importanti, soprattutto in questa giornata contro la violenza sulle donne". Cosi’ l’assessore allo Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia Antonio Rossi intervenendo al convegno ‘La cultura del rispetto nello sport’.

REGIONE IN CAMPO CONTRO VIOLENZA GIA’ NELLE SCUOLE – "Lo sport puo’ fare tanto contro la violenza – ha rimarcato l’assessore Rossi – gia’ a partire dal mondo della scuola. Proprio per questo, Regione Lombardia, con Anci, Upl, Comitato paralimpico e Ufficio scolastico regionale, sta portando avanti, convintamente e con costanza, interventi e progetti che coniughino lo sport alla cultura e al rispetto".

CONOSCENZA DEL CORPO E RISPETTO DEGLI ALTRI – "La pratica sportiva – ha detto l’assessore – insegna a conoscere il proprio corpo, a rispettarlo e a farne uno strumento di relazione, positiva, con le altre persone con cui si fa attivita’ motoria".

ATLETI TESTIMONIAL – "Ritengo fondamentale che lo sport, il 25 novembre, con i suoi campioni, come ha fatto la Regione – ha concluso l’assessore Rossi – sia sceso in campo, come visto nei filmati proiettati in auditorium ‘Testori’, non per una semplice partita o gara, ma per il rispetto delle donne e della loro dignita’".

PERRI: CREIAMO SOCIETA’ CIVILE – Parole cui si e’ associato il presidente del Coni Lombardia Oreste Perri che, dopo aver citato i numeri agghiaccianti della violenza sulle donne, anche mortale, ha sottolineato che "tutti dobbiamo lavorare per il rispetto e la dignita’ delle donne perche’ una societa’ dove queste subiscono violenza non puo’ dirsi civile".

Questa giornata ha il merito di dare spazio a tante iniziative simboliche e gesti concreti per sostenere le donne vittime della violenza. L’informazione e la prevenzione sono fondamentali, anche se sono dell’idea che solo la certezza della pena e il carcere duro per chi si macchia di una colpa gravissima come questa possano arginare davvero il fenomeno". Lo dice l’assessore al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta’ metropolitana Viviana Beccalossi, che questa mattina ha aderito all’iniziativa #nonseidasola promossa da Regione Lombardia, particolarmente attiva sia nella sensibilizzazione su questa grave piaga sociale sia nel porre in essere azioni concrete a tutela delle donne che subiscono violenza. "Desidero ringraziare le Forze dell’ordine – aggiunge Viviana Beccalossi – che ogni giorno raggiungono risultati importanti per consegnare alla giustizia uomini che non andrebbero neppure definiti tali. Il loro lavoro e’ fondamentale, come sono fondamentali gli interventi previsti dalle Istituzioni, prima fra tutte Regione Lombardia, in tema di prevenzione e tutela delle vittime di questa odiosa violenza. Ma il mio appello, lo ribadisco – conclude Viviana Beccalossi – va soprattutto a chi deve garantire che non ci siano sconti di pena o scorciatoie per chi compie violenza su una donna".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -