24.8 C
Milano
venerdì, Luglio 19, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

LOMBARDIA. MALPENSA: VIA LIBERA A DEMOLIZIONE ULTIME ‘CASE FANTASMA’

Milano, 29 novembre 2016 –  "Entra nel vivo la Fase due per completare l’opera di demolizione delle ‘case fantasma’ presenti attorno all’aeroporto di Malpensa, che si concludera’ entro la fine del 2017. Dopo i primi 100 immobili abbattuti nel 2015, interverremo su altri 104, eliminando per sempre i quartieri abbandonati, degradati e a rischio sicurezza attorno allo scalo. Un impegno preso dal presidente Maroni che porteremo a termine come promesso". Lo dichiara l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta’ metropolitana Viviana Beccalossi, che ha presieduto il Comitato Malpensa, per fare il punto sulle aree comprese nei comuni di Ferno, Somma Lombardo e Lonate Pozzolo (Varese). Le cosiddette ‘case fantasma’ erano da anni abbandonate perche’ ricadenti in aree incluse nelle ‘curve isofoniche’ con relative problematiche di inquinamento acustico e la delocalizzazione degli abitanti era avvenuta a seguito dell’acquisto degli immobili da parte del patrimonio pubblico, che ha permesso di trovare una nuova soluzione abitativa a oltre 500 famiglie. CONFERENZA DEI SERVIZI – Prima delle festivita’ natalizie – prosegue Viviana Beccalossi – si terra’ la Conferenza di Servizi, dopo la quale Aler Varese sara’ in grado di mettere a Bando i lavori, che saranno consegnati all’impresa aggiudicataria a meta’ aprile. Gli abbattimenti avverranno in due fasi a cavallo della stagione estiva, in modo da poter concludere tutta l’operazione entro l’anno". Nel corso Comitato Malpensa, l’assessore Beccalossi ha inoltre relazionato sulla collaborazione con il Cnr, il Consiglio nazionale delle ricerche. Presso un immobile ‘delocalizzato’ di Somma Lombardo, che sara’ successivamente abbattuto, e’ allestito un laboratorio per testare materiali di rivestimento innovativi e sostenibili, con elevate caratteristiche termiche e acustiche per il risanamento degli edifici. In questa fase tre aziende selezionate dopo una manifestazione di interesse sono ora impegnate con il Cnr nella verifica delle prestazioni termiche ed acustiche dei propri materiali. CONTO ALLA ROVESCIA – "Con l’avvio delle procedure – ha concluso Viviana Beccalossi – parte il conto alla rovescia per chiudere definitivamente il problema e pensare finalmente al futuro dell’area".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -