22.2 C
Milano
giovedì, Luglio 25, 2024

Proverbio: Se piove tra luglio e agosto, piove miele, olio e mosto

Array

LOMBARDIA. SANITA’, GALLERA: SARA’ AL ‘CIVILE’ L’UNICO PUNTO NASCITA DI VIGEVANO

Stradella/Pv, 12 dicembre 2016 –  "Se da un lato devo comunicare che la deroga che avevamo chiesto per il punto nascita di Stradella purtroppo non e’ stata accolta, sono lieto di informarvi che rimarra’ all’ospedale Civile e sara’ attivo dal prossimo mese di febbraio, il punto nascita di Vigevano. Grazie a un accordo tra l’ospedale Beato Matteo del gruppo privato San Donato, Asst e Ats di Pavia, infatti, i reparti di Ostetricia dei due presidi saranno unificati lasciando attivo solo quello dell’ospedale pubblico". Lo ha annunciato l’assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera, questo pomeriggio, all’ospedale di Stradella, a margine della conferenza organizzata per presentare il progetto riguardante il nuovo Presst di Broni-Stradella, in provincia di Pavia.

VERIFICHEREMO CON IL MINISTERO – L’assessore ha spiegato che la decisione relativa alla chiusura del punto nascita di Stradella "arriva in seguito all’applicazione della legge nazionale che ha imposto la chiusura dei punti nascita che non raggiungono il limite di 500 parti all’anno. Considerato pero’ – ha aggiunto – che da comunicazioni dell’ Asst l’ospedale di Stradella potrebbe raggiungere un numero di parti molto vicino ai 500 e’ mia intenzione chiedere un ripensamento al Ministero".

COLLABORAZIONE PUBBLICO PRIVATO – "Evento – ha concluso Gallera – che riusciamo, invece, a scongiurare a Vigevano con l’unificazione dei due reparti degli ospedali cittadini. In questo modo, infatti, la soglia sara’ ampiamente superata e Vigevano grazie all’ottimo lavoro di collaborazione e sinergia tra l’Ats e l’Asst di Pavia e il gruppo San Donato, continuera’ ad avere il suo presidio di riferimento territoriale. Considerato che il reparto di Ostetrica dell’ospedale Civile si trovera’ di fronte a un considerevole aumento del lavoro provvederemo immediatamente a emanare un bando per il reclutamento, in questa fase iniziale, di 5 ostetriche a cui ovviamente potra’ accedere anche il personale ora in servizio al Beato Matteo".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,585FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -