16.3 C
Milano
domenica, Maggio 29, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

COMMERCIO. 31 BOTTEGHE STORICHE DI MILANO PREMIATE DAL SINDACO SALA E DALL’ASSESSORE TAJANI

Ultimo aggiornamento il 26 Giugno 2017 – 20:11

(mi-lorenteggio.com) Milano, 26 giugno 2017– Si amplia il numero delle attività inserite nell’albo delle Botteghe Storiche cittadine, giunte oggi a 520. A conferire i 31 nuovi prestigiosi riconoscimenti il Sindaco Giuseppe Sala con l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani e i rappresentanti delle Associazioni di categoria nel corso della cerimonia ufficiale che si è svolta questa mattina a Palazzo Reale. “Lo spirito imprenditoriale e la laboriosità – spiega il sindaco Giuseppe Sala – sono due delle cifre che caratterizzano Milano e i milanesi. E le Botteghe Storiche ne sono la più bella espressione: raccontano le gioie, le soddisfazioni ma anche i sacrifici di intere famiglie; raccontano il loro coraggio e la voglia di farcela, anche nei momenti di difficoltà; raccontano i cambiamenti della società. Attraverso le vicende di queste nuove 31 ‘botteghe’, infatti, emerge in modo chiaro la storia della nostra città e la sua capacità di essere sempre contemporanea e al passo con i tempi, capace di innovare e di sperimentare, pur rimanendo nel solco della tradizione. Per questo motivo, i premi di oggi sono un importante riconoscimento alla dedizione al lavoro e al ruolo strategico che le Botteghe Storiche hanno avuto e continuano ad avere per la crescita dell’intera città”. “Le Botteghe Storiche – spiega l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani – sono da sempre il simbolo della vivacità commerciale milanese, attività nate dall’intuizione di un singolo o da una lunga tradizione familiare e diventate parte della storia e della vita del quartiere, della città e di ognuno di noi. Luoghi che non solo sono sopravvissuti al tempo ma che hanno saputo innovare nella tradizione modificando i gusti, influenzando le tendenze e adeguandosi alle evoluzioni e alle esigenze, ma sempre con uno sguardo alla tradizione e all’innovazione. Come Amministrazione – conclude l’assessore Tajani – vogliamo valorizzare il grande patrimonio sociale e culturale che le Botteghe Storiche milanesi rappresentano, promuovendo o facilitando iniziative che facciano sempre più conoscere questo tesoro, anche al di fuori dei classici percorsi turistici, e che sostengano la vita e lo sviluppo della maestria commerciale ed artigianale ambrosiana”. Tra le 31 nuove Botteghe Storiche cittadine la più antica è la “Coltelleria Lorenzi”, la cui apertura risale al 1919. Si passa poi alla “Gelateria Toldo” di via Sacchi che dal 1934 è tappa fissa di ogni goloso milanese così come “l’Antica Gelateria Sartori” che da oltre 70 anni, in stazione centrale, regala il miglior connubio tra l’ineguagliabile tradizione artigianale del gelato e il gusto degli ingredienti di alta qualità. Erede della tradizione dei maestri calzolai che realizzavano gli stivali per il reggimento Cavalleria Savoia di stanza nella adiacente caserma di via Vincenzo Monti è la Stivaleria Savoia, laboratorio-atelier dal 1965 punto di riferimento per il guardaroba maschile tra tradizione e ricercatezza. Una storia fatta di tradizione e qualità anche quella della “Pasticceria Gattullo” di Piazzale di Porta Lodovica, che dal 1961 lega la passione per l’arte pasticcera di una famiglia alle pause golose dei milanesi. Premiati anche gli autentici sapori della tradizione gastronomica meneghina proposti dal ristorante “Al Matarel”, in Corso Garibaldi sin dal 1962. Sono due i requisiti necessari per ottenere il riconoscimento di ‘Bottega Storica’: che l’esercizio sia attivo da almeno 50 anni nel medesimo comparto merceologico, a prescindere da eventuali cambi di titolarità, e che conservi totalmente o in parte i caratteri costruttivi, decorativi e di interesse storico, urbano e architettonico. La premiazione è stata anche l’occasione per presentare a stampa e operatori il volume “Le Botteghe Storiche, 100 indirizzi della tradizione a Milano” a firma del giornalista Alberto Oliva che racconta la storia, la tradizione e le curiosità di oltre 100 tra le vetrine più antiche della città. Una pubblicazione nata dalla collaborazione tra il Comune di Milano e il quotidiano “Il Giorno” il volume sarà distribuito gratuitamente in allegato alla testate martedì 27 giugno.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,546FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -