19.6 C
Milano
mercoledì, Maggio 18, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

LOMBARDIA. F. SALA: ITALIA PER ESSERE PIU’ ATTRATTIVA ADOTTI BUONE PRATICHE LOMBARDE

Ultimo aggiornamento il 28 Giugno 2017 – 20:14

Milano, 28 giugno 2017 – "Grazie al Tavolo regionale per l’internazionalizzazione delle imprese siamo riusciti a mettere insieme diversi soggetti per monitorare l’internazionalizzazione delle imprese lombarde a livello sistemico. Chiaramente per regolare e tarare gli indirizzi in termini di internazionalizzazione nel tempo sono necessari i dati e le ricerche come quelle di oggi, soprattutto per le piccole e medie imprese che sono quelle che hanno bisogno di maggiore supporto e indirizzo istituzionale. Supporto che siamo pronti a dare anche in collaborazione col Governo perche’ l’Italia e’ un Paese che nasce vincente e ha solo bisogno che si faccia sistema. Certo e’ che le ‘best practices’ lombarde dovrebbero essere estese alle altre regioni per rendere piu’ attrattivo per gli investimenti l’intero territorio nazionale". Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Casa, Housing sociale, Expo e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala intervenendo al convegno "Le imprese lombarde nel mondo: come e dove", organizzato da Confindustria Lombardia.

CONTRIBUTO SCIENTIFICO DELLA SCHOOL OF MANAGEMENT BOCCONI – Nel corso del convegno e’ stato presentata una ricerca sulla proiezione internazionale delle imprese lombarde, realizzata da Confindustria Lombardia in collaborazione con Sda Bocconi – School of management.

PER L’ESTERO SERVE COORDINAMENTO,SOPRATTUTTO PER MANIFATTURIERO- "Per aprirsi al mercato internazionale senza correre eccessivi rischi serve un coordinamento tra aziende, istituzioni e associazioni di categoria. Questo vale – ha proseguito il vicepresidente – soprattutto per il manifatturiero. Ed e’ questo che abbiamo voluto creare con il tavolo per l’internazionalizzazione ma non solo".

TRA REGIONI EUROPEE SI COLLABORA BENE,SI FA GIOCO DI SQUADRA -"All’interno delle reti regionali europee ha continuato Sala -stiamo realizzando delle strategie comuni per dialogare con l’Europa, fatto che risulta piu’ difficile tra governi nazionali. Tra regioni europee il gioco di squadra funziona. Io spero che anche in materia di internazionalizzazione si inizi a muoversi in blocco".

RAPPORTO ISTITUZIONALE FONDAMENTALE IN ALCUNI PAESI – "Noi ci siamo concentrati su diversi target d’azienda, – ha aggiunto il vicepresidente – da chi aveva bisogno del supporto istituzionale all’estero pur essendo gia’ presente alle piccole realta’ che all’estero non sono ancora presenti. Il rapporto istituzionale e’ comunque di fondamentale importanza soprattutto in alcuni Paesi perche’ certifica la serieta’ e la sicurezza degli attori economici privati".

FUTURO FATTO DA FOLLOW UP E CREDITO PER RETI COMMERCIALI – "Il futuro – ha detto ancora Sala – e’ fatto da una maggiore attenzione al follow up delle missioni all’estero delle imprese. Noi attualmente finanziamo il matching, gli incontri BtoB in loco e anche le ricerche di mercato, avendo superato il modello dei semplici vouchers. Proprio per la fase di follow up abbiamo pensato, insieme a tutti gli stakeholder del Tavolo per l’internazionalizzazione, di realizzare dei desk strategici su alcuni Paesi chiave. Stiamo arrivando ad aprire a finanziamenti per le imprese che vogliono aprire reti commerciali all’estero. Ci sono attualmente realta’ che lo fanno su grandi realta’ ma le piccole e medie imprese ne sono escluse. Noi tramite Finlombarda vogliamo aiutarle".

DOBBIAMO PUNTARE SU ECONOMIA CIRCOLARE "Sempre per il futuro – ha concluso Sala – dobbiamo mettere tutti insieme la testa sull’economia circolare, sulla quale si concentreranno la maggior parte dei finanziamenti europei".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -