30.6 C
Milano
martedì, Maggio 17, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Appartamenti Aler zona San Siro a Milano, Cecchetti scrive al prefetto: “Dia chiare indicazioni per sgomberare gli abusivi”

Ultimo aggiornamento il 6 Luglio 2017 – 20:52

Milano, 6 luglio 2017 – Con una lettera indirizzata al prefetto di Milano Luciana Lamorgese il Vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia Fabrizio Cecchetti (Lega Nord) chiede di agire il prima possibile per riportare sicurezza e legalità negli alloggi Aler di Milano, con particolare riferimento al quartiere di edilizia popolare San Siro situato nella zona Ovest di Milano, uno dei più colpiti dal fenomeno delle occupazioni abusive. “Ho scritto al prefetto – spiega Cecchetti – perché gli abusivi vanno sgomberati e la prefettura deve dare chiare indicazioni in questo senza. Oggi infatti Aler Milano viene lasciata sola a fronteggiare l’abusivismo, ma la competenza per intervenire sulle situazioni di illegalità è in capo alla prefettura che deve dare un chiaro mandato alle forze dell’ordine per procedere con gli sgomberi. Ciò permetterebbe ad Aler di recuperare gli alloggi e riassegnarli alle migliaia di cittadini in lista d’attesa per una casa popolare, sbloccando finalmente la situazione a favore della gente che rispetta le regole.” Nella lettera riportata al prefetto viene evidenziata la situazione nello stabile di via Gigante n°3 (zona San Siro) dove su 12 appartamenti presenti ben 5 sono occupati da abusivi. Ad oggi nel capoluogo lombardo, su un totale di 38.496 abitazioni Aler, sono ben 3.396 gli alloggi occupati abusivamente. “Oggi diversi cittadini onesti continuano a lamentare situazioni di degrado, di occupazioni abusive e, come se non bastasse, di un aumento di casi di attività illecite come ricettazione e spaccio. Questo contesto è del tutto inaccettabile: la Regione è al fianco del nuovo presidente di Aler Milano Angelo Sala che sta facendo un grande lavoro al fine di velocizzare le procedure di rassegnazione degli alloggi e sistemare situazioni problematiche che si trascinano dagli anni scorsi. E’ necessario però la collaborazione di tutti gli enti, in particolare della prefettura. Ci aspettiamo inoltre – continua Cecchetti – che anche il sindaco Beppe Sala si faccia sentire nel richiedere gli sgomberi dei circa 3400 alloggi Aler occupati e per una volta batta un colpo a difesa dei cittadini onesti. Di finti profughi, abusivi, clandestini e delinquenti Milano non sa che farsene.”

"Abbiamo capito che il Comune di Milano si vuole dedicare ai migranti con mance, case e addirittura accordi con AirBnb. Come Regione chiediamo solo il supporto, necessario per procedere, negli sgomberi. A Milano ci sono due grandi ferite, due priorità, San Siro e via Bolla. A San Siro serve un’azione di massa per liberare il quartiere dal racket dell’abusivismo, con 892 case occupate. In via Bolla c’è un campo rom in verticale. Una sola azione da fare: sgomberi". Lo dichiara il Consigliere Regionale, Fabio Altitonante, coordinatore di Forza Italia a Milano. Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -