19.4 C
Milano
martedì, Maggio 24, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

LOMBARDIA. TRASPORTI ECCEZIONALI, SORTE: NUOVE LINEE GUIDA RISPONDONO A ESIGENZE OPERATIVE SETTORE

Ultimo aggiornamento il 24 Luglio 2017 – 17:40

Milano, 24 luglio 2017 – "Ci sono voluti mesi, e molti, per arrivare a una risposta per il crollo del ponte di Annone (Lecco) da parte di Governo e Anas, ma ancora permangono le problematiche delle Province nel concedere le autorizzazioni per il passaggio sulle strade dei trasporti eccezionali". Lo ha detto l’assessore alle Infrastrutture e Mobilita’ di Regione Lombardia Alessandro Sorte commentando l’approvazione della delibera, da lui proposta in Giunta, delle nuove linee guida per l’esercizio delle funzioni relative alle autorizzazioni alla circolazione dei trasporti eccezionali.

REGIONE SI FA CARICO DELLA GESTIONE DELLE STRADE – "Mentre a Roma il Governo ancora non decide come finanziare le Province – ha spiegato l’assessore Sorte – e le lascia in un limbo anche per la manutenzione delle strade (non solo la Statale 36 dove si e’ registrato il crollo del cavalcavia di Annone), la Regione opera, con molta concretezza e pragmaticita’". "La legge Delrio -ha aggiunto – ha lasciato sul campo effetti, quali i problemi per le autorizzazioni e la manutenzione delle strade di cui ci stiamo facendo carico come Regione".

LINEE GUIDA RISPOSTA A RICHIESTA DEL SETTORE – "Avevo assicurato al settore dei trasporti eccezionali – ha ricordato l’assessore – un sollecito intervento per l’approvazione delle linee guida che, ora, sono una realta’, un’altra concreta risposta di Regione Lombardia alle esigenze di chi lavora, di chi contribuisce a farne la regione leader a livello nazionale". "Per attuare le linee guida – ha continuato – abbiamo istituito il tavolo di coordinamento sui trasporti eccezionali (Tcte) coordinato dalla Dg Infrastrutture e Mobilita’".

SOGGETTI DESTINATARI – Soggetti destinatari del provvedimento sono, prima di tutto, la Citta’ metropolitana di Milano e le Province, cui Regione ha delegato le funzioni relative al rilascio delle autorizzazioni.

UNIFORMIAMO PROCEDURE E CARTOGRAFIE – "Con questo provvedimento – ha detto l’assessore – uniformiamo la procedura, la strumentazione e anche la cartografia a livello regionale. In attuazione della legge regionale di ‘Semplificazione’, approvata nel maggio scorso, e’ prevista la pubblicazione online da parte degli enti proprietari delle strade, sui propri siti istituzionali, della cartografia di competenza, o degli elenchi delle strade, con l’indicazione dei tratti percorribili dai veicoli eccezionali e relativi limiti di transito (di sagoma e massa). Tale pubblicazione ha valore di nulla osta (nel caso delle Province), o di parere (nel caso di altri Enti proprietari), ad uso della Provincia o Citta’ Metropolitana competente al rilascio dell’autorizzazione a circolare".

SEMPLIFICHIAMO ULTERIORMENTE LE PROCEDURE – Per dotarsi di un ulteriore strumento per la semplificazione e la omogeneizzazione delle procedure, Regione Lombardia ha deciso di dotarsi del programma ‘Trasporti Eccezionali’ con l’intento di estenderne l’utilizzo, da fine settembre, alle Province ed a Citta’ metropolitana di Milano. Il programma consentira’ di gestire i procedimenti on-line, dall’istanza di autorizzazione all’emissione dei relativi atti autorizzativi, rispondendo cosi’ alle esigenze sia degli Enti autorizzanti sia degli operatori del settore. Le linee guida tengono pertanto in considerazione anche l’impostazione del programma e le sue potenzialita’.

OCCORRE ORA UN IMPEGNO DEL GOVERNO – "Nonostante la recente direttiva ministeriale – ha sottolineato l’assessore -, risulta urgente e indispensabile un ulteriore impegno del Governo per una maggiore semplificazione, avendo sempre pero’ attenzione alla conservazione delle infrastrutture, alla stabilita’ dei manufatti e alla sicurezza della circolazione, anche con interventi a favore dell’implementazione degli Archivi regionali delle strade e dei catasti strade degli Enti proprietari". "E’ poi prioritario – ha aggiunto – che il Ministero competente attivi momenti di coordinamento a livello nazionale per la verifica di percorribilita’ degli itinerari di interesse nazionale di rilevanza per il settore, a esempio quello che attraversa trasversalmente la pianura padana verso i Porti di Marghera e Chioggia, coinvolgendo le Regioni interessate, gli operatori del settore, Anas, le concessionarie autostradali e gli altri soggetti interferiti".

PROMESSA MANTENUTA – "L’ottimizzazione del processo, l’uniformita’ delle procedure di emissione degli atti autorizzativi di transito dei trasporti eccezionali e dei mezzi d’opera sul territorio regionale, nonche’ la semplificazione delle procedure – ha concluso l’assessore Sorte – rispondono pienamente alle esigenze del settore dei trasporti eccezionali. Come avevamo promesso".

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -