22.8 C
Milano
mercoledì, Maggio 25, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Cos’è un master e come valutare Se e Cosa scegliere?

Ultimo aggiornamento il 27 Luglio 2017 – 12:55

Milano, 27 luglio 2017 – Un master è un percorso formativo di perfezionamento che va ad arricchire la formazione universitaria e che incrementa il livello del titolo di studio. Le tipologie di master sono diverse, nello specifico possono cambiare: gli indirizzi, i profili a cui sono aperti, la durata, la fascia oraria di somministrazione (quindi l’impegno richiesto), gli enti che li somministrano. In tutti i casi i contenuti forniti dai master sono di alto livello e qualità, per questo sono riconosciuti validi e professionalizzanti. È ovvio che è necessario scegliere il giusto master per le proprie esigenze, altrimenti si rischia di investire denaro e tempo per nulla. Il modo per scegliere il giusto corso di specializzazione è avere ben presente quali sono i propri obiettivi lavorativi.

I vantaggi che può dare

Fare un master è una scelta importante perché è un impegno sia economico che di tempo, ma può dare davvero grandi soddisfazioni e dare una spinta decisa alla propria carriera lavorativa. Si tratta di un approfondimento di alto livello e a cui è riconosciuto valore professionale. Il Master si distingue inoltre per un aspetto teorico pratico. Oltre a dare le nozioni teoriche, dà ai partecipanti la possibilità di mettere in pratica le conoscenze in simulazioni in aula e, talvolta, in stage in azienda. Questo stage non è escluso sia un’entrata in azienda per i frequentanti il master, ma di certo è comunque un’importante possibilità formativa. La risorsa umana con un master è una risorsa di alto valore nel mondo del lavoro, specialmente negli ultimi anni dove la competizione è aumentata data la diminuzione dell’occupazione.

Come scegliere nel mondo dei master

In base ai propri obiettivi lavorativi e alla propria preparazione universitaria, ci sono molti master a disposizione in Italia. Ad alcuni si può accedere dopo la laurea triennale di primo livello, ad altri solo dopo la laurea magistrale (o del vecchio ordinamento), vi sono poi i postexperience e gli executive. I Master delle cosiddette Business School, i più frequentati oggi, sono aperti ai laureati di I e II livello, anche se possono richiedere un periodo minimo lavorativo per l’accesso.

Nella scelta del giusto corso di specializzazione, è anche necessario capire quanto tempo si può dedicare al Master: ci sono infatti master full time, formule del weekend e formule serali. Tutto dipende dal tempo libero o dal tipo di professione che si ha in quel momento: in molti casi infatti sono i lavoratori a voler seguire un master per approfondire la loro specializzazione e fare carriera. Un esempio è per esempio il gettonato master mba BBS, che è serale e principalmente rivolto a lavoratori. Non a caso, richiede un’esperienza professionale di almeno un anno ed ha lo scopo proprio di formare manager.

Non meno importante è prendere in considerazione l’ente che propone il master: i più frequentati sono sicuramente quelli erogati dalle Università degli Studi e/o Business School. Questo perché questi enti prestano particolare attenzione alla scelta del corpo docente: che può essere costituito da professori universitari e da docenti provenienti da aziende, per una connotazione più pratica. Questi inoltre forniscono sempre master accreditati, elemento importante per il riconoscimento ufficiale della specializzazione.


Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -