28 C
Milano
giovedì, Maggio 19, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

Cusago. Problema nomadi in viale Europa, costituzione di un consorzio di sicurezza

Ultimo aggiornamento il 4 Maggio 2018 – 10:59

(mi-lorenteggio.com) Cusago, 4 maggio 2018 – L’assessore alla Sicurezza Gianni Triulzi fa il punto della situazione su un problema che da anni affligge un lungo tratto di via Cusago (nel Comune di Milano) e l’area intorno a Viale Europa (nella zona industriale di Cusago): lo stazionamento abusivo di nomadi. L’amministrazione comunale di Cusago ha intensificato le pressioni sul Comune di Milano affinché prenda provvedimenti in tempi brevi, ma soprattutto ha varato un piano di azione per risolvere il problema nell’area di sua competenza tramite la costituzione di un consorzio di sicurezza del Viale Europa, frutto dell’intesa tra pubblico e privato, con l’installazione di alcuni cancelli monitorati con telecamere.

LA RELAZIONE

Il problema della presenza e della sosta dei nomadi assume ciclicamente dimensioni e criticità assolutamente intollerabili e, cosa ancor più grave, è la sensazione, chiaramente percepita dai cittadini, di assoluta impotenza davanti ad un fenomeno che può e deve essere gestito con intelligenza e misura ma anche e direi soprattutto, con la dovuta e adeguata fermezza. Mi riferisco, in particolare, alla incredibile ed ormai cronica situazione della Via Cusago, purtroppo in territorio del Comune di Milano, dove questo fenomeno ha assunto aspetti indegni di un Paese civile che l’Italia e Milano in particolare, non dovrebbe tollerare. La nostra Amministrazione, ormai da anni, insiste e spinge con l’Amministrazione del Capoluogo per un intervento definitivo e risolutore in quell’area; abbiamo incontrato varie volte l’Assessore alla Sicurezza portando progetti e soluzioni e dando anche la nostra disponibilità a contribuire economicamente alla spesa necessaria all’esecuzione dei lavori concordati. Il risultato: al momento è negativo, promesse ed impegni mai mantenuti, salvo la presenza quasi fissa, per un certo periodo, di una vettura della Polizia Locale che, una volta lasciata l’area, permetteva il ritorno puntuale dei caravan. Abbiamo nuovamente sollecitato un incontro con il nuovo Assessore alla Sicurezza a cui porteremo di nuovo le nostre idee e le nostre proposte, che sappiamo essere fortemente richieste anche dal Municipio di Milano interessato dal fenomeno, tutti ci attendiamo un intervento in tempi brevi. Eppure tanto si può fare per cercare almeno di arginare il fenomeno ed è proprio con grande soddisfazione che vogliamo informare i nostri concittadini di un progetto ormai avviato che ridurrà drasticamente il problema dello stazionamento dei nomadi sul nostro territorio nell’area industriale delimitata dal Viale Europa. Detta area è interessata pesantemente dallo stazionamento delle varie carovane, che sottopone gli operatori economici che vi lavorano, producono e ricevono clienti, a situazioni pesantissime in ordine a degrado, decoro e sicurezza, obbligando le nostre scarse forze dell’ordine, Polizia Locale e Carabinieri, a continui interventi per dare esecuzione agli sgomberi prontamente ordinati, ma distogliendoli da ben più importanti compiti di vigilanza e controllo. Una intesa portata avanti da tempo, con la buona volontà di tutti, ha portato alla costituzione di un consorzio tra gli operatori interessati e l’Amministrazione di Cusago, la quale ha recentemente portato alla firma di una convenzione, a fronte della quale il nostro Comune metterà in opera tre robusti cancelli elettrici all’imbocco delle tre vie di accesso all’area industriale monitorate da telecamere e con guardiola per il vigilante, mentre Il Consorzio Sicurezza del viale Europa sosterrà i costi della Vigilanza che per tutti i giorni dell’anno provvederà al controllo ed all’apertura e chiusura dei cancelli stessi nelle ore notturne aumentando in modo significativo la sicurezza del comparto ed impedendo di fatto lo stazionamento dei nomadi che hanno bisogno della massima libertà nei loro spostamenti. Questa intesa pubblico/privato è la prova provata che, affrontati con intelligenza e spirito costruttivo, tanti problemi possono trovare soluzioni valide ed entro 50/60 giorni vedremo tutti il risultato di questo progetto che potrà avere anche una valida ricaduta sul senso di sicurezza genericamente percepita.

Gianni Triulzi, Assessore alla Sicurezza

V. A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,552FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -