18.5 C
Milano
lunedì, Maggio 16, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

La Cesano e il sud ovest Milano che corrono sono contro la violenza alle donne

Ultimo aggiornamento il 6 Maggio 2018 – 11:20

(mi-lorenteggio.com) Cesano Boscone, 6 maggio 2018 – Una bella giornata di sole ha accompagnato stamane i numerosi e le numerose atlete della città e del territorio per la marcia non competitiva organizzata dal Circolo donne Sibilla Aleramo insieme all’associazione Running club cesanese, con l’adesione delle associazioni Auser di Cesano Boscone e Ventunesimo Donna di Corsico. Presenti anche i rappresentanti di diverse associazioni del territorio, come il presidente del Rione La Corte, Massimo Mainardi, l’Incontro, Futuro in Comune e il Cizanum.

Punto di partenza e di arrivo il cortile di Villa Marazzi mentre il percorso due percorsi, uno di quattro chilometri per le famiglie e i bambini e uno di dieci per i podisti, si è svolto per i bellissimi parchi cesanesi, in questi giorni in fiore.

I fondi, raccolti grazie alle numerose iscrizioni, saranno devoluti al centro antiviolenza della Piano di Zona, rivolto ai Comuni del Sud Ovest Milano (Cesano Boscone, Corsico, Trezzano S/N, Buccinasco, Assago, Cusago).

Il percorso

Ventunesimodonna Corsico

Prima della partenza il saluto e il messaggio del Circolo Donne Sibilla Aleramo a tutti i partecipanti: “Lo scopo – sottolinea la presidente del Circolo, Bruna Brembilla – è sensibilizzare la cittadinanza sul grave problema della violenza contro le donne. Crediamo che avere consapevolezza del problema sia il primo passo da fare. Pertanto la nostra marcia pacifica, ma di denuncia, attraverserà i quartieri del paese”.



Il presidente del Rione La Corte, Massimo Mainardi, e Bruna Brembilla, presidente Circolo Donna Sibilla Aleramo

Pieno appoggio dell’Amministrazione Comunale a questa iniziativa; al via erano presenti  il Sindaco, Simone Negri, l’Assessore allo Sport, Salvatore Gattuso, l’assessore alle pari opportunità Paola Ariis, la vice Sindaco Mara Rubichi, che hanno salutato i partecipanti sensibilizzandoli al tema in quanto i dati, diffusi dall’Istat, sono ancora allarmanti e serve una presa di coscienza continua della popolazione.

 

Vittorio Aggio

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -