27.5 C
Milano
lunedì, Maggio 23, 2022

8 MAGGIO - FESTA DELLA MAMMA

Array

La Città metropolitana di Milano ha sviluppato un innovativo strumento di mappatura e conoscenza territoriale: il DBT

Ultimo aggiornamento il 7 Maggio 2018 – 20:01

(mi-lorenteggio.com) Milano, 7 maggio 2018 – La Città metropolitana di Milano ha sviluppato una nuova cartografia tecnica in formato digitale, il Data Base Topografico (DBT). Si tratta di un innovativo strumento di conoscenza del territorio che organizza in banche dati territoriali 3D le mappe e le rappresentazioni cartografiche dell’area metropolitana milanese, fondamentale per la pianificazione e la programmazione territoriale di qualsiasi Ente. Il DBT, oltre a descrivere il territorio metropolitano, assicura velocità, partecipazione, trasparenza di accesso ai dati e costituisce un importante strumento di e-goverment. La mappatura consente così di avere una precisa fotografia del territorio così da poter monitorare le trasformazioni che avvengono all’interno della Città metropolitana. Palazzo Isimbardi ha inserito nel Piano strategico 2016-18 il progetto “Knowledge Territoriale”, che prevede, tra gli altri, un servizio teso all’attribuzione a ciascun edificio del numero civico, e quindi della relativa toponomastica. In questi mesi i tecnici dell’Area Pianificazione territoriale hanno analizzato 1386 kmq di territorio, per un totale di 312.176 numeri civici rilevati e posizionati, interessando circa 1milione ed 800mila residenti. Tale progetto è il nodo focale su cui costruire l’Inventario Immobiliare Comunale, da prendere come un punto di partenza certo per la gestione dell’anagrafe, dei tributi locali e dell’informazione catastale. La messa a sistema delle informazioni dell’edificio (altezze, superfici, destinazione d’uso, il numero civico) con le varie anagrafi (civile, tributarie e camerali), getta le basi per una gestione autonoma e sempre più accurata della fiscalità locale e dell’informazione catastale da parte degli uffici di ciascun Comune. Per rendere ancor più funzionale il lavoro di mappatura sarà importante il contributo dei Comuni interessati. A tal fine è stata predisposta "Sigeo", una piattaforma user friendly per il cui utilizzo non occorre un tecnico specializzato, né la conoscenza di particolari software; con lo stesso strumento si potrà inoltre visualizzare e stampare, alle diverse scale, la cartografia DBT di ciascun Comune. Alla fine di questo processo di verifica, nel prossimo mese di giugno, verrà consegnato a ciascun Comune lo strato informativo Inventario Immobiliare, contenente l’allineamento di toponomastica, numerazione civica ed edificio, così come discendente dalle segnalazioni effettuate sul portale Sigeo. Questo progetto rappresenta un ulteriore tassello che qualifica la Città metropolitana di Milano come centro servizi a favore dell’innovazione, della digitalizzazione e della semplificazione a supporto dei Comuni del proprio territorio. Il servizio verrà gratuitamente erogato a tutti i 132 Comuni coinvolti nel processo di formazione del Data Base Topografico.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,551FansMi piace
160FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -