4.6 C
Milano
martedì, Gennaio 31, 2023

Il 29, 30 e 31 Gennaio i Giorni della Merla

“Valsassina: la Valle dei Formaggi” vince il “Travel Food Award” come miglior Brand italiano di valorizzazione territoriale

(mi-lorenteggio.com) Valsassina. 14 ottobre 2018. La premiazione si è svolta venerdì 12 Ottobre a Rimini durante il TTG Travel Experience, il più
importante marketplace del turismo in Italia.
Prestigioso riconoscimento per il progetto “Valsassina: la Valle dei Formaggi – Slow life & food” ,
che si è aggiudicato il primo premio per la categoria “Brand” al “Travel Food Award” organizzato dal
GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica) , associazione di giornalisti di turismo operativa dal 1992 e
unica in Italia ad avere il riconoscimento ufficiale della FNSI (Federazione Nazionale della Stampa
Italiana).
Il Festival dei formaggi d’autore nato in Valsassina nel 2017 ha partecipato insieme ad altri 20
progetti italiani alla prima edizione del premio ed è stato scelto come miglior brand italiano di
valorizzazione territoriale da una giuria di 12 giornalisti GIST: Cristina Berbenni, Elena Bianco,
Veronica Deriu, Carla Diamanti, Marco Epifani, Bruno Gambacorta, Alessandra Gesuelli, Alberto
Lupini, Renato Malaman, Ada Mascheroni, Marina Moioli, Domenico Vita.
A presiederla Vittorio Castellani , che venerdì 12 ottobre a Rimini, durante il TTG Travel
Experience , il più importante marketplace del turismo in Italia, insieme a Sabrina Talarico,
presidente GIST , ha consegnato il premio nelle mani di Giacomo Camozzini, ideatore e
coordinatore del progetto “Valsassina: la Valle dei Formaggi – Slow life & food”. «Sono
felicissimo di aver ricevuto questo qualificato riconoscimento, che rappresenta un prezioso ed
emozionante momento della mia vita – dichiara Camozzini -. Sono oltremodo orgoglioso soprattutto
perché premia e valorizza un territorio che grazie alla laboriosità e all’intraprendenza della sua gente
ha saputo sempre esprimersi a livelli da primato, meritandosi questa speciale attenzione. Sono grato
al Sindaco di Cremeno Pierluigi Invernizzi per aver creduto nel progetto e aver permesso a questa
idea di concretizzarsi. Ringrazio Antonella Invernizzi Presidente del Centro zootecnico e Guido
Agostoni Sindaco di Pasturo per aver raccolto il testimone da Cremeno e aver dato continuità e
sviluppo all’iniziativa. Infine, un ringraziamento speciale ad Aziende Casearie, Regione Lombardia,
Comuni, Enti e tutti i partner per il prezioso sostegno e collaborazione».
Lo scopo del premio “Travel Food Award” è quello di riconoscere e promuovere le migliori pratiche
nel campo del turismo gastronomico, legate a Brand e Territori (Istituzioni o Privati) e alle loro capacità
di attrazione nel settore della cultura gastronomica, in termini di territorio, itinerari ed eventi, progetti
capaci di riconoscere la centralità della comunità ospitante e dei produttori locali, di salvaguardare e/o
innovare le tradizioni gastronomiche, di contribuire allo sviluppo di progetti innovativi. Il premio vuole
essere d’incoraggiamento per quelle realtà territoriali che dimostrino un impegno per la valorizzazione
e la salvaguardia del loro o patrimonio gastronomico-culturale, attraverso la promozione di un turismo
gourmand improntato al rispetto dell’ambiente, delle identità e delle culture locali.
«Sono contenta per questo riconoscimento che valorizza la nostra valle – afferma Antonella
Invernizzi, presidente del Centro Zootecnico della Valsassina e Montagna Lecchese -. Da parte
degli Enti Pubblici c’è la piena volontà di promuovere un progetto unitario come “Valsassina: la Valle
dei Formaggi”, che ha grande significato per quanto riguarda l’economia e lo sviluppo dell’intera
Valle».
I progetti candidati a “Travel Food Award” sono stati valutati da un team di giornalisti esperti di
gastronomia e turismo gastronomico sulla base di diversi parametri, fra cui il legame con le specificità
gastronomico-culturali, con la tradizione del territorio, il coinvolgimento della comunità locale, la
sostenibilità economica del progetto e strategia di comunicazione. Oltre al premio come miglior brand
italiano assegnato a “Valsassina: la Valle dei Formaggi”, il GIST ha premiato come miglior Brand a
livello internazionale a Bergen , la seconda città della Norvegia dopo Oslo che dal 2015 ha ottenuto il
riconoscimento UNESCO di Città Creativa per la Gastronomia.
«Questo premio è una bella gratificazione e ci ripaga del grande impegno profuso sul progetto, in cui
abbiamo sempre creduto e che ha portato risultati tangibili e riconosciuti – spiega il sindaco di
Cremeno Pier Luigi Invernizzi -. La promozione di questo brand, “Valsassina: la Valle dei Formaggi”,
ha avuto fin dall’inizio come principale obiettivo quello di valorizzare il territorio e i suoi prodotti tipici e
oggi siamo a maggior ragione contenti perché questo premio testimonia che questa è la direzione
giusta. Andiamo avanti così, sostenendo con convinzione un progetto che dà lustro a tutto il territorio
valsassinese e che, ci auguriamo, possa contare in futuro sul supporto di nuovi partner».
Un augurio condiviso anche da Guido Agostoni , sindaco di Pasturo e Vicepresidente della
Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera, che sottolinea: «Questo positivo
risultato ci spinge ancora di più a portare avanti e promuove il brand, che rappresenta un bene per
tutta la Valle. non dobbiamo infatti dimenticare l’obiettivo con cui è nato il progetto di “Valsassina Valle
dei Formaggi”: valorizzare il lavoro degli allevatori e delle aziende di eccellenza del nostro territorio,
favorendo al contempo tutte le possibili connessioni con l’attività turistica».
Questi i quattro premi assegnati dal GIST (Gruppo Italiano Stampa Turistica) durante l’edizione 2018
del “Travel Food Award”:
Brand Italia: Valsassina la Valle dei Formaggi
Istituzioni Italia: Rural Biodiversità AgricolaBrand Mondo: Bergen City of Gastronomy
Istituzioni Mondo: Algarve Cooking Vacations
“Valsassina: la Valle dei Formaggi – Slow Life & Food” è un progetto che mira a promuovere il territorio in chiave turistica,
gastronomica e culturale lanciando un marchio di qualità per valorizzare la storica e tradizionale filiera lattiero-casearia.
Ispirato dal volume “Arte casearia e zootecnia. Tradizioni da leggenda in Valsassina” di Giacomo Camozzini, Michele Corti e
Pietro Buzzoni, pubblicazione che raccoglie un’approfondita ricerca storica, vede l’importante e diretto il coinvolgimento di:
Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino, Riviera e Centro Zootecnico della Valsassina e della Montagna
Lecchese, Comune di Ballabio, Comune di Casargo, Comune di Cassina Valsassina, Comune di Cremeno, Comune di
Cremeno, Comune di Moggio, Comune di Morterone, Comune di Pasturo, Comune di Premana, Comune di Primaluna.
Supportano l’iniziativa, patrocinata Slow Food e Regione Lombardia, Acel Energie, Bcc Cremeno, Silea e le aziende
casearie della Valsassina: Cademartori, Carozzi, Gildo, Invernizzi Daniele, Vittorio Doniselli e For-Mac Milesi.

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,573FansMi piace
162FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -spot_img