26.9 C
Milano
mercoledì, Luglio 6, 2022

Proverbio: Luglio poltrone porta la zucca col melone

CON LE ‘GIORNATE DEI CASTELLI, PALAZZI E BORGHI MEDIEVALI’ SI VALORIZZA UNA LOMBARDIA SEGRETA

Ultimo aggiornamento il 5 Marzo 2019 – 17:17

PRESENTATA OGGI LA RASSEGNA 2019, GIUNTA ALLA SESTA EDIZIONE

 

(mi-Lorenteggio.com) Milano, 5 marzo 2019 – “Una rassegna che permetterà la
valorizzazione di un territorio ricco di bellezze, ma ancora
poco conosciuto al grande pubblico. Un’occasione imperdibile per
scoprire una Lombardia segreta e inusuale ma carica di fascino e
attrattività”. Così Lara Magoni, assessore regionale al Turismo,
Marketing territoriale e Moda, è intervenuta nel corso della
presentazione della rassegna delle ‘Giornate dei Castelli,
palazzi e borghi medievali della media pianura della Lombardia’.

COINVOLTE 19 LOCALITÀ RICCHE DI TESTIMONIANZE – Giunta alla
sesta edizione, la rassegna, che nell’edizione 2018 ha fatto
registrare 22.000 presenze, prevede quest’anno 7 giornate di
apertura (domenica 10 marzo e 7 aprile, lunedì 22 e giovedì 25
aprile, mercoledì 1 maggio, domenica 5 maggio e 2 giugno) e ben
19 località coinvolte tra castelli, borghi, rocche e palazzi
storici dislocati nella pianura bergamasca, nel Cremasco e
nell’area confinante milanese. Si tratta di un’area che nel
Medioevo rappresentava un’importante zona di confine tra il
Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia e che oggi ha
lasciato considerevoli eredità in termini architettonici, con
fortificazioni e preziose testimonianze storiche, artistiche e
culturali.

SINERGIA TRA TERRITORI AIUTA SVILUPPO LOCALE – “Oggi il turismo
sta cambiando e il visitatore – ha sottolineato Lara Magoni – è
sempre più curioso e alla ricerca di esperienze nuove e inedite.
La pianura bergamasca, con incursioni nel Milanese e nel
Cremonese, offre davvero delle perle artistiche, culturali e
storiche di grande prestigio per la valorizzazione di un
‘turismo dei territori’ che si abbina alla perfezione a percorsi
enogastronomici, alla riscoperta di tradizioni e sapori di
indubbio valore”. “La riuscita di una manifestazione così
interessante – ha concluso – è la classica dimostrazione di come
la sinergia tra territori e la collaborazione tra enti e
associazioni locali possa dare risultati importanti per lo
sviluppo del turismo e dell’economia locale”.

LUOGHI VISITABILI E INFORMAZIONI – I 19 luoghi che si possono
visitare sono: Palazzo Visconti a Brignano Gera d’Adda (BG);
Castello Silvestri e Castello-Villa Oldofredi a Calcio (BG);
Palazzo Gallavresi a Caravaggio (BG); Castello Visconteo a
Cassano d’Adda (MI); Castello di Cavernago (BG); Castello di
Malpaga, frazione di Cavernago (BG); Borgo medievale di Cologno
al Serio (BG); Borgo storico di Martinengo (BG); Castello
Visconteo di Pagazzano (BG); Castello Visconteo di Pandino (CR);
Castello Barbò di Piumenengo (BG); Rocca Viscontea di Romano di
Lombardia (BG); Castello Colleoni di Solza (BG); Palazzo Barbò e
Torre di Tristano a Torre Pallavicina (BG); il Museo Storico
Verticale di Treviglio (BG); il Castello di Trezzo sull’Adda,
nel Milanese; Rocca Albani ad Urgnano (BG); il Borgo storico di
Padergnone, nella frazione di Zanica, nella Bergamasca.

I visitatori potranno scegliere quali e quante realtà visitare
sulla base degli orari di apertura di ciascuna località, sempre
consultabili e aggiornati, sul sito del Tourist Infopoint
Martinengo: www.bassabergamascaorientale.it

 

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,553FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -