7.5 C
Milano
venerdì, Dicembre 2, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Milano. Alla Fiera di Rho inaugurato il Salone del Mobile: taglio del nastro della 58^ edizione

(mi-Lorenteggio.com)  Rho, 9 aprile 2019 – Questa mattina, il Sindaco di Rho Pietro Romano, assieme al Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ed al Sindaco di Milano Giuseppe Sala, ha accolto il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani e il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, intervenuti all’inaugurazione della 58^ edizione del Salone del Mobile presso Rho Fiera e alla cerimonia del taglio del nastro.

Erano presenti il Ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli, il presidenti del Salone del Mobile Claudio Luti, il Presidente Federlegno Emanuele Orsini Presidente Fiera Milano Lorenzo Caprio Presidente Fondazione Fiera Giovanni Gorno Tempini, Presidente Confindustria Vincenzo Boccia.

Tutti insieme hanno partecipato alla cerimonia del taglio del nastro, un atto simbolico per l’avvio del Salone del Mobile.

“Il Salone del Mobile è un evento dal prestigio internazionale, riconosciuto a ogni livello per
innovazione e qualità, capace di rappresentare al meglio e al mondo intero uno dei settori lombardi più dinamici e rilevantiper numero di occupati e valore aggiunto” ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia .

PROMOZIONE IMPRESE – “Il Salone – ha proseguito – è un’occasione unica di promozione per le nostre imprese e un evento speciale per i cittadini milanesi che accolgono ogni anno oltre 300.000
presenze da tutto il mondo”.

REGIONE PRONTA – “La Regione Lombardia – ha aggiunto il presidente – è pronta: proprio ieri abbiamo inaugurato il Museo del Design, che – ne sono certo – entrerà presto fra le più ambite mete culturali turistiche d’Italia. Per il ‘Fuori Salone’, abbiamo inoltre realizzato nella sede di Palazzo
Lombardia un vero e proprio hub della creatività, per accrescere la visibilità delle eccellenze di design che animano, in questa speciale settimana, il nostro territorio”.

‘SAPER FARE’ LOMBARDO – “Questo evento – ha evidenziato il governatore – mostra tutti i tratti peculiari della tradizionenlombarda del ‘fare impresa’: l’abilità e la sapienza dei maestri artigiani lombardi unite alla spinta verso l’innovazione. Oltre 800.000 micro piccole e medie imprese costituiscono la base portante del tessuto produttivo regionale e valorizzano il ‘saper fare’ lombardo. Il mio impegno va nella direzione della diffusione di una cultura orientata all’imprenditorialità”.

SEMPLIFICAZIONE E INNOVAZIONE – “Regione Lombardia – ha ricordato – è già ampiamente intervenuta in tema di semplificazione normativa per rimuovere gli ostacoli nella vita delle imprese. Abbiamo avviato politiche di ricerca e innovazione e percorsi di internazionalizzazione per
accompagnare le piccole medie imprese e favorire l’apertura di nuovi mercati nei settori di eccellenza. Credere nell’impresa significa scommettere sul futuro e il futuro appartiene alle
giovani generazioni. E allora il mio auspicio è che il Salone Internazionale del Mobile possa essere un’opportunità di crescita per tutti: per il saper fare tradizionale e per la creatività e il genio dei nostri giovani designer”.

GIOVANI SI ISPIRINO A LEONARDO – “Insieme guardiamo a Leonardo – ha esortato il presidente – esempio di sapienza ingegneristica legata a doppio filo con il genio artistico, ‘magister’ nel
coniugare funzionalità e bellezza, designer ante litteram, sperimentatore audace, non a caso ispirato da Milano e dalla Lombardia. E’ lui il padre nobile cui le nuove generazioni
possono ispirarsi per trarre insegnamento”.

“Un anno fa – ha concluso il presidente – partecipai all’inaugurazione del ‘Salone’ tra i primissimi appuntamenti da presidente di questa laboriosa e infaticabile Regione. Mi sento di ripetere quel motto che da quei giorni mi accompagna, perché credo sia il motto che più questa platea condivide: ‘al lavoro!'”.

 

Il Sindaco di Rho, Pietro Romano, così commenta:
“Il Salone del Mobile rappresenta l’eccellenza dell’Italia nel campo dell’arredamento, del design e delle innovazioni. L’affluenza anche straniera va a rafforzare le nostre convinzioni, che Rho è sempre di più una città lanciata verso il futuro e il confronto. La presenza di Fiera si unisce al grande progetto MIND, il polo tecnologico per la crescita socio-economica del paese. Dobbiamo essere orgogliosi di ospitare queste eccellenze e di contribuire al loro successo dal quale derivano e deriveranno vantaggi per l’intera nostra comunità”.

 

V. A.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -