7.1 C
Milano
martedì, Novembre 29, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

I medicinali che non possono mai mancare in una casa

 

Milano, 2 maggio 2019 – Si sa che i malesseri comuni, dal mal di denti al raffreddore, possono cogliere di sorpresa, soprattutto quando si è a casa. Per questa ragione, dentro la propria abitazione bisogna sentirsi al sicuro e pronti per qualsiasi evenienza, quindi è importante avere a disposizione un armadietto con i medicinali giusti, da usare in caso di emergenza. Vediamo quindi quali sono i medicinali da tenere in casa.

 

 

I medicinali da tenere in casa

Antipiretici, antiinfiammatori e analgesici sono tra le categorie di farmaci che in casa non possono mai mancare. Tra l’altro è possibile trovare queste categorie di prodotti anche online, nelle sezioni dedicate alla farmacia domestica di portali web come shop-farmacia.it, per esempio. Il tutto, ovviamente, dopo aver consultato il proprio medico curante. Ecco nel dettaglio le caratteristiche dei  prodotti in questione:

1. Antipiretici

Appartengono a questa categoria alcuni farmaci, molto conosciuti e di largo uso che, quando sale la febbre oltre le temperature di contenimento (e quindi oltre  i 37,5/38 gradi), conviene assumere per contrastare gli effetti deleteri delle ipertermie corporee elevate, dal mal di testa alla mancanza di forze. Generalmente in questi casi si fa ricorso all’acido acetilsalicilico o al paracetamolo, in vendita entrambi sia come farmaco generico che come prodotto di marca.

2. Antinfiammatori

Le infiammazioni sono causate dall’irritazione dei tessuti connettivi, e possono colpire dolorosamente sia le articolazioni che i nervi. I risultati vanno dal dolore articolare di spalle, ginocchia, mani e schiena, al mal di denti e alle nevralgie. I principi attivi più usati sono il diclofenac e l’ibuprofene. Il primo si trova in commercio spesso sotto forma di pomata, mentre il secondo è reperibile più facilmente in pillole o in polvere solubile. Farmaci comunque da usare solo al bisogno, senza mai farne abuso.

3. Analgesici

Gli analgesici servono a ridurre drasticamente situazioni particolarmente dolorose, dovute a forti traumi accidentali, o a situazioni estreme di natura diversa, anche di tipo ulceroso. Il loro uso, nella gran parte dei casi, va assolutamente consigliato dal medico curante. La loro composizione prevede, infatti, la presenza di codeina, spesso in coppia con il paracetamolo, oppure la ketorolac trometamina, da usare anch’essa con cautela. Rientrano nella categoria degli analgesici anche gli ansiolitici e gli antidepressivi, come la serotonina (presente anche nel cioccolato), e la cui produzione naturale all’interno dell’organismo è stimolata da alcuni integratori alimentari naturali, reperibili in qualsiasi farmacia.

4. Strumenti utili

E non devono mai mancare nell’armadietto dei medicinali gli strumenti di autodiagnosi di base, come un buon termometro digitale a contatto, un misuratore di pressione e la penna per il controllo della glicemia, se in famiglia c’è una tendenza al diabete. Inoltre, per le medicazioni di emergenza, servono cerotti, punti adesivi per i piccoli tagli, un flaconcino di disinfettante non alcolico, tamponi, garze sterili, qualche fiala di liquido oftalmico e una pomata al cortisone per le punture di insetti. Gli antibiotici invece vanno assunti solo quando occorre e su rigorosa prescrizione medica.

 

L. M.

 

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -