1.8 C
Milano
giovedì, Dicembre 1, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Tavolo Territoriale della Regione Lombardia a Lodi

 

(mi-lorenteggio.com) Lodi, 13 maggio 2019 – Le azioni svolte da Regione Lombardia a
sostegno dello sviluppo dell’economia del Lodigiano, gli
interventi a favore dell’agricoltura, in considerazione della
sua spiccata vocazione agricola, i nodi delle infrastrutture con
i piani di efficientamento delle linee ferroviarie e l’obiettivo
di rendere più veloci gli spostamenti dal territorio verso la
vicina metropoli milanese.

Questi i principali argomenti affrontati oggi nel corso del
Tavolo Territoriale della Regione Lombardia convocato a Lodi.

Al Tavolo Territoriale, riunito presso l’Ufficio Territoriale
Regionale (U.T.R.) ‘Città Metropolitana’ di Lodi, hanno
partecipato quattro assessori della Giunta regionale: al
Territorio e Protezione civile; al Bilancio, Finanza e
Semplificazione; alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità
sostenibile; allo Sviluppo economico.

Al termine tutti concordi nel riconoscere il valore della
politica di ascolto di Regione Lombardia, strumento di
consultazione efficace per definire le politiche in modo
rispondano sempre più concretamente ai bisogni dei cittadini e
la assoluta necessità del Tavolo Territoriale per condividere
una visione che possa spingere tutto il Lodigiano verso
prospettive di crescita.

L’assessore al Territorio, nominato coordinatore del Tavolo
lodigiano, ha ricordato che questa area della Lombardia ospita
230.000 abitanti, 62 Comuni e che, fino al 1995, viveva sotto
l’egida della Provincia di Milano. Ora ha importanti relazioni
con la realtà metropolitana, anche per il pendolarismo di chi
lavora quotidianamente a Milano.

“Questo territorio – ha sottolineato l’assessore regionale che
guiderà i lavori del Tavolo – deve avere la forza e la capacità
di condividere una ‘vision’ di sviluppo e programmazione da
presentare a Regione Lombardia per disporre di un quadro
dettagliato e darsi una ‘mission’ specifica. Lo strumento di
governance potrebbe essere un Protocollo tra il territorio
lodigiano e la Regione per individuare obiettivi e
programmazione”.

L’assessore regionale ha espresso soddisfazione per l’estrema
concretezza del momento di lavoro, sottolineando che dagli
interventi e dalle prospettive delineate “Non è uscito libro dei
sogni ma una visione legata alle reali necessità. Non sono
previsti stravolgimenti, al contrario si opererà facendo leva su
investimenti e razionalizzazioni”.

Miglioramento dei collegamenti e del
trasporto pubblico, supporto alle aziende, formazione,
semplificazione e digitalizzazione: sono alcune tra le priorità
emerse durante il Tavolo territoriale di Lodi.

ASSESSORE INFRASTRUTTURE:OBIETTIVO EFFICIENTARE TRASPORTI FERRO-
– La variante di Ospedaletto, finanziata da Regione Lombardia
e Provincia di Lodi sarà completata entro il 2019; per la quarta
corsia dell’autostrada A1 è confermato l’impegno di Regione
Lombardia per sollecitare l’approvazione da parte del Ministero
delle infrastrutture e dei trasporti; per la variante di
Casalpusterlengo, l’aggiudicazione della gara è fissata nel
settembre 2019. Questi gli elementi di certezza offerti ai
partecipanti al Tavolo Territoriale da parte dell’assessore
regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile.

“Il nostro obiettivo – ha sottolineato – è il miglioramento dei
trasporti per raggiungere Milano in tempi brevi. Per questo il
nostro impegno si concentrerà sulla Linea S1, stiamo lavorando
alla fase di programmazione della fattibilità. Per quanto
concerne il trasporto su gomma, a breve saranno effettuate le
gare per l’affidamento e la bigliettazione integrata”.

L’assessore ha anche invitato la Provincia di Lodi a sollecitare
la metà dei Comuni del territorio a sottoscrivere le convenzioni
che consentono di installare la Banda Ultra Larga per i
collegamenti internet: nella provincia di Lodi sono 61 i Comuni
interessati, ma solo 31 hanno provveduto a stipulare gli
accordi.

ASSESSORE BILANCIO: RIGOROSI MA NON PUNTIGLIOSI – “I processi di
semplificazione e digitalizzazione viaggiano insieme, sono
processi strettamente connessi su cui stiamo lavorando con
determinazione”. Lo ha detto l’assessore regionale al Bilancio e
Semplificazione nel corso del suo intervento al Tavolo
territoriale di Lodi. “Per raggiungere l’obiettivo di ridurre la
burocrazia – ha spiegato – non basta il passaggio dal cartaceo
all’informatizzazione. Servono costanti confronti come quello
odierno, in cui i principali utenti possono contribuire
dall’esterno con proposte e consigli che non sempre si possono
cogliere dall’interno. Il nostro obiettivo – ha concluso – è
quello di essere rigorosi ma mai puntigliosi, al fine di
migliorare la vita delle aziende”.

ASSESSORE SVILUPPO ECONOMICO: SINERGIA TRA I VARI ASSESSORATI –
“È stato un confronto molto utile per la crescita del territorio
nell’ottica di un lavoro sinergico tra i vari Assessorati
regionali in cui sono ben chiare le priorità e si guarda sia al
presente che al futuro”. Lo ha dichiarato l’assessore allo
Sviluppo economico di Regione Lombardia durante il Tavolo
territoriale di Lodi. “Ci sono proposte di legge – ha spiegato –
come i pdl ‘Botteghe storiche’, ‘Competitività’ e ‘Logistica’
che possono innescare condizioni favorevoli per i lombardi. Con
iniziative come ‘Storevolution’ abbiamo fornito risposte
concrete in ambito tecnologico e stiamo lavorando al ‘Cassetto
unico digitale d’impresa’, sempre nell’ottica della
semplificazione delle procedure. Anche in questa sede – ha
concluso – mi preme evidenziare la necessità di investire nella
formazione, un fattore determinante per la crescita del mondo
economico lombardo”.

) Tra gli interventi sostenuti da Regione
Lombardia per il territorio di Lodi e ricordati oggi al Tavolo
Territoriale, i 4,5 milioni per la ricerca e l’innovazione
(Linea R&S per aggregazioni, Accordi per la Ricerca), il
sostegno alle imprese e al commercio (STOREVOLUTION, AL VIA,
riconoscimento di 26 negozi e luoghi storici del commercio),
l’attrattività turistica e culturale (nuovo brand ‘VisitLodi’,
Via Francigena, turismo religioso e percorsi cicloturistici).

Oltre a questi, i 36,5 milioni per l’agricoltura (anticipo PAC,
investimenti aziendali, fondi per i giovani agricoltori), la
Dote Unica lavoro, che ha registrato 1305 inserimenti
lavorativi, i 2 milioni per il sociale (welfare abitativo,
conciliazione vita-lavoro, contrasto violenza contro le donne),
4,5 milioni per vigilanza e manutenzione del reticolo idrico
principale (Convenzione triennale con il Consorzio Bonifica
Muzza Bassa Lodigiana), 2 milioni per interventi di manutenzione
straordinaria e messa in sicurezza della rete viaria
(2018-2020).

Altri 323.000 euro sono stati stanziati per interventi di
manutenzione urgente per 9 Piccoli comuni (‘Bando Piccoli
Comuni’) e 400.000 euro per interventi di potenziamento della
rete fognaria nei Comuni di Crespiatica e Lodi. Ulteriori
215.000 euro sono stati assegnati per l’acquisto di telecamere
mobili e strumenti di videosorveglianza.

Per quanto concerne gli interventi attualmente in corso, sono
stati ricordati, tra gli altri, l’Accordo di Programma per la
nuova caserma dei Carabinieri di Borghetto Lodigiano, per la
riqualificazione del centro sportivo di Castelnuovo Bocca d’Adda
e per la realizzazione del Polo dell’Università e della ricerca
dedicato al settore veterinario, zootecnico ed agroalimentare,
il cui finanziamento è stato integrato a fine dicembre scorso
con ulteriori fondi.

Sono tre i milioni destinati ai ‘progetti emblematici’
finanziati in collaborazione con Fondazione Cariplo per il
territorio di Lodi. A questi fondi si aggiungono 630.000 euro
per la promozione culturale (restauro e risanamento conservativo
della chiesa del Santo Spirito di Lodi; conservazione e
valorizzazione di Palazzo Grassi).

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -