23.8 C
Milano
giovedì, Agosto 11, 2022

Proverbio: Agosto ci matura grano e mosto

Sicilia, non solo mare: dalla Valle dei Templi alle Gole dell’Alcantara, i posti da non perdere

Ultimo aggiornamento il 29 Maggio 2019 – 12:30

 

Milano, 29 maggio 2019  – La Sicilia è ricca di perle che un turista disinformato e frettoloso spesso neanche immagina. Posti unici che è possibile raggiungere solo inerpicandosi sulle strade di montagna, o percorrendo polverose provinciali, tra vigne pettinate ed agrumeti cintati dai fichi d’India. Il consiglio preliminare è quindi quello di spostarsi grazie ad un mezzo proprio, oppure prenotarlo presso un autonoleggio low cost come Sicily by Car, per fare un esempio. In questo modo, con una vettura a disposizione sarà sicuramente più semplice visitare i luoghi più belli di un’isola che merita di essere visitata in lungo e in largo. Ed ecco allora alcuni consigli sui posti da non perdere:

  1. Il Borgo medievale di Erice

Erice è un borgo medievale pressocché intatto, raggiungibile inerpicandosi sui tornanti che costeggiano l’omonimo promontorio alle porte di Trapani. Posta a 751 metri sul livello del mare, le sue stradine e le sue case, ancora intatte, ospitano ogni anno una rappresentazione in armi e costumi dell’epoca, che si protrae per giorni e notti intorno alle vestigia del Castello di Venere.

  1. Taormina

Taormina si affaccia sul mare Jonio dalla rocca di monte Tauro. Meta di lusso di grandi artisti e di registi cinematografici (a breve, tra l’altro, comincerà il Taormina Film Fest), innamorati dei suoi panorami mozzafiato, questa cittadina è un piccolo salotto fiorito, fuori dal caos della realtà quotidiana. Imperdibile la visita al Teatro Antico di origine greca o il più raccolto palcoscenico dell’Odeon, accanto a Palazzo Corvaja, insieme ad altri monumenti come la Cattedrale in piazza Duomo.

  1. Le Gole dell’Alcantara

Il Parco fluviale delle gole dell’Alcantara offre un panorama unico, che è possibile ammirare percorrendo a piedi le terrazze di materiale lavico, che scendono verso le acque del fiume. Si può arrivare alle Gole dell’Alcantara dall’ingresso del Parco sulla strada statale, oppure percorrendo a piedi il sentiero delle Gurne, che parte da Francavilla e si snoda per 15 chilometri tra ruderi, scavi, canali di irrigazione realizzati in epoca araba, i laghetti delle Gurne e la ricchissima vegetazione naturale.

  1. La Valle dei Templi

Testimonianza della presenza della Cultura greca in Sicilia, la Valle dei Templi (collocata nei pressi di Agrigento) conta, a pochi chilometri l’uno dall’altro, una serie di 12 tempi ellenici dedicati alle divinità del periodo, insieme al vecchio Teatro e alle Necropoli, e rappresenta una delle aree di maggiore concentrazione archeologica di reperti ben conservati esistente al mondo. Sono presenti tutte le divinità più importanti, dal tempio dedicato a Zeus Olimpio a quello di Athena, eretto proprio al centro della attuale città di Agrigento.

  1. L’Etna

Regina incontrastata della Sicilia orientale, l’Etna si scorge già dalle Madonie (percorrendo l’autostrada Palermo-Catania) e dalle sue cime, quando il cielo è limpido, si intravede Malta. Fino alla Valle del Bove si può arrivare in auto, dopo si prosegue in funivia per visitare i crateri e le zone laviche. Le basi che è possibile raggiungere con la propria vettura sono quelle di Piano Provenzana (con l’omonimo rifugio), posto sul crinale di nord-est, e del Rifugio Sapienza, sul versante sud. Dichiarata Parco ed Area protetta nel 1987, è ancora possibile incrociare delle volpi sui sentieri o vedere volteggiare un’aquila reale, tra vecchie fattorie e mulini in pietra.

 

L. M.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,615FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -