7.5 C
Milano
venerdì, Dicembre 2, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

PATTO PER LO SVILUPPO: FONTANA E GIUNTA INCONTRANO STAKEHOLDER: CON AUTONOMIA PIÙ INVESTIMENTI E SEMPLIFICAZIONE

 

(mi-lorenteggio.com) Milano, 12 giugno 2019 – Si sono svolti questo pomeriggio a
Palazzo Lombardia, alla presenza del presidente Attilio Fontana
e degli assessori regionali, gli Stati Generali del Patto per lo
sviluppo. I rappresentanti della Giunta hanno incontrato gli
stakeholder del mondo dell’impresa, del sindacato, degli enti
locali, delle professioni, dell’università e
dell’associazionismo per presentare azioni e risultati che hanno
caratterizzato il primo anno di legislatura, raccogliere nuove
istanze e illustrare gli atti di programmazione che sta portando
avanti, anche nel breve periodo, l’Esecutivo del presidente
Fontana.
Diversi i temi al centro dell’incontro, tra questi:
l’assestamento di Bilancio, il documento di finanza regionale
(DEFR), la programmazione comunitaria e le politiche di
semplificazione. Hanno trovato spazio anche il progetto di legge
sulla rigenerazione urbana che sarà discusso la prossima
settimana in Consiglio regionale e la proposta di protocollo
d’intesa della Lombardia sullo sviluppo sostenibile

“Abbiamo declinato queste tematiche – ha spiegato il presidente
della Regione Lombardia, Attilio Fontana – ponendo al centro del
ragionamento l’autonomia. Ho cercato di far comprendere ai
nostri interlocutori come, grazie all’autonomia, sarà più facile
centrare obiettivi strategici che favoriranno lo sviluppo della
Lombardia e più in generale miglioreranno al qualità della vita
dei cittadini”.

1) ASSESTAMENTO BILANCIO, 228 MILIONI DI INVESTIMENTI AGGIUNTIVI
PER IL 2019 – Entrando nello specifico delle materie trattate,
la manovra di assestamento di bilancio 2019-2021 è incentrata
sulla necessità di mantenere inalterata la spesa complessiva
(per invarianza delle entrate) e di rivisitarla in funzione
delle priorità definite nella programmazione e di garantire il
rispetto dell’Intesa con lo Stato in materia di investimenti
previsti.
Per favorire gli investimenti sul territorio, sono state
previste risorse aggiuntive sino al 2023 che, incluse quelle di
quest’anno (228 milioni), ammontano a circa 830 milioni di euro.
A fine luglio inizierà la discussione in Consiglio regionale,
dopo i passaggi in Giunta e nelle Commissioni.

FONTANA: TPL, INCENTIVI A IMPRESE E EDILIZIA SANITARIA – “Nella
manovra in corso di definizione – ha proseguito il presidente
Fontana – la Giunta regionale si concentrerà su diverse priorità
tra cui gli incentivi alle imprese, il Trasporto Pubblico
Locale, gli investimenti per edilizia sanitaria,
l’ammodernamento tecnologico degli ospedali e la Pedemontana”.

CAPARINI: PREVENZIONE E INVESTIMENTI AGGIUNTIVI – “Il documento
– ha aggiunto l’assessore al Bilancio, Finanza e Semplificazione
Davide Caparini – prevede inoltre contributi per gli Enti
locali, il potenziamento del Fondo sanitario, investimenti per
migliorare la qualità dell’aria e incentivare la mobilità
sostenibile e per la prevenzione del rischio idrogeologico e la
tutela ambientale”.

SEMPLIFICAZIONE AL CENTRO DELL’AZIONE DI GOVERNO – Si è inoltre
posta l’attenzione su come la semplificazione, già declinata, in
questo primo anno di governo, debba diventare ancor più la
parola chiave di questa Legislatura.

LINEE DI INTERVENTO E STATO DELL’ARTE – Per quanto riguarda
l’accelerazione dei tempi si è proceduto con la
reingegnerizzazione delle piattaforme applicative, la
definizione di nuovi standard per l’interoperabilità e la
sperimentazione della tecnologia blockchain per bandi e
condivisione di dati e certificati da parte di più enti
pubblici. Per semplificare l’accesso ai servizi, oltre alla
semplificazione nel linguaggio dei bandi regionali, sono state
agevolate le procedure autorizzative per la mobilità dei veicoli
eccezionali e dei trasporti eccezionali; il sistema unico di
prenotazione delle prestazioni sanitarie per le strutture
pubbliche e private e il modello di presa in carico dei pazienti
cronici ed è stata digitalizzata la procedura di assegnazione
dei servizi abitativi pubblici. Per migliorare la capacità
amministrativa degli enti locali sono state, inoltre, promosse
attività formative di supporto agli enti locali e attivata
un’offerta regionale di servizi per pagamenti elettronici e
gestione dell’identità digitale.

IMPEGNO CONCRETO SU SVILUPPO SOSTENIBILE – E’ stato infine
proposto agli stakeholder, per una loro valutazione, il
Protocollo lombardo per lo sviluppo sostenibile. Tra gli ambiti
d’intervento per far diventare la Lombardia una delle regioni
leader in Europa il miglioramento della qualità dell’aria e del
sistema dei trasporti, lo sviluppo e la tutela delle aree
naturali, il contenimento del consumo di suolo e la promozione
della rigenerazione urbana.

 

Redazione

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -