6.7 C
Milano
domenica, Dicembre 4, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Orologi: il nuovo progetto Gucci punta sul mondo dello skateboard

 

Milano, 22 ottobre 2019 – Ci troviamo in un momento storico in cui l’idea di lusso è tornata a ricoprire un ruolo centrale nelle decisioni d’acquisto dei consumatori. È un discorso che può essere applicato a molti campi, sia nuovi che tradizionali, e sono in pochi i settori che stanno riscuotendo il medesimo successo di quello dei segna tempo. Il settore degli orologi di lusso, infatti, sembra davvero non conoscere crisi, trainato come sempre dai grandi marchi di questo mondo, che da decenni scrivono le pagine di questa storia.

Ed ecco spiegato perché i grandi brand della moda di tutto il mondo stanno puntando molto su questo accessorio di lusso. Come Gucci, ad esempio, che ha scelto di coniugare gli orologi al mondo degli skateboard.

Il progetto Gucci con l’orologio Grip al centro

Gucci ha deciso infatti di rilanciare l’orologio Grip ponendolo al centro di un nuovo ambizioso progetto guidato da Alessandro Michele, direttore creativo della maison. E in fondo gli skateboard rappresentano il canale migliore per farlo, visto che hanno un elemento in comune con questo segnatempo: nelle tavole è infatti presente il grip tape, ovvero la superficie ruvida che permette allo skater di ottimizzare l’attrito. E l’orologio, dal canto suo, punterà alla massima adesione al polso.

In realtà qui non si parla di una questione di materiali, ma di concetto: non a caso, Michele ha coinvolto nel progetto diversi skater famosi, invitandoli a condividere le proprie esperienze, il tutto indossando un orologio Grip al polso. Il risultato è stata una campagna affascinante, all’insegna della creatività di questi veri e propri giocolieri della strada. Non potevano poi certo mancare chiari e decisi riferimenti ad alcuni aspetti e valori fondanti del mondo dello skateboard, quali la sottocultura urbana e la volontà di inclusione.

Cresce il mondo degli orologi made in Italy

Svizzero? No, non per forza. Perché oggi il mondo degli orologi Made in Italy sta crescendo ad un ritmo frenetico, anche e soprattutto nel mondo del lusso come dimostrato dal caso Gucci. La marcia in più di questi orologi di lusso, d’altronde, si trova proprio nel fatto che hanno saputo sfruttare quanto più possibile l’altrui esperienza (soprattutto per quanto riguarda movimenti e meccanica, spesso su modello svizzero o giapponese) unendola al grande fascino del prodotto Made in Italy.

Un esempio? I prodotti di grandi marchi come Panerai o Bulgari, ma anche i modelli proposti da marchi più recenti come possono essere U-Boat e Locman. Proprio Locman merita una citazione a parte: fondato nel 1986, questo marchio è partito dall’Isola d’Elba alla conquista delle platee internazionali. E lo ha fatto con alcune special edition di gran lusso e molto raffinate arrivando al punto di fondare, nel 2006, una Scuola Italiana di Orologeria per tutti coloro che sono interessati a portare avanti questo mestiere così antico e raffinato.

Anche nel settore degli orologi di lusso il Made in Italy comincia a trovare sempre più spazio, e quello di Gucci non ne è che un esempio lampante.

 

L. M.

 

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,571FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -