5 C
Milano
martedì, Novembre 29, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Milano. In Statale incontro con Alain Touraine

(mi-Lorenteggio.com) Milano, 22 gennaio 2020 – Alain Touraine sarà protagonista dell’international colloquium “History, Modernity and New Global Identities”, promosso dall’associazione Globus et Locus e dal Dipartimento di studi storici dell’Università degli Studi di Milano in occasione della pubblicazione del suo ultimo libro “Défense de la modernité” (Seuil 2018).
Con questo international colloquium, l’attenzione di Touraine si concentra sul tema delle nuove identità globali in relazione a quei diritti che, a fronte del processo di globalizzazione, gli stati difendono sempre più con difficoltà.
Dopo aver dedicato per anni studi al tema del lavoro e a quello dei movimenti sociali, con la pubblicazione di La fin des sociétés (2013) e di Nous, sujets humains (2015) l’autore sembra aver intrapreso una riflessione che cerca in principi individualistici e al tempo stesso universali la via più adeguata per ripensare gli ideali sociali. L’ispirazione generale di Touraine rimane senz’altro l’interesse per la sociologia degli attori (con la loro libertà, uguaglianza e dignità) rispetto a quella dei sistemi (con i loro gruppi di interesse, profitti e poteri) e profonda continua a essere la sua convinzione che il fine delle scienze sociali sia individuare le leggi dei comportamenti individuali e collettivi degli esseri umani. Alla fiducia nella natura umana è attribuito, come in Critique de la modernité (1992), il nome di “modernità”. Tendono a mutare o a precisarsi, però, nella riflessione dell’autore, gli aspetti che la contraddistinguono: l’eliminazione dell’unità imposta dal sacro, l’abolizione della distanza tra azione strumentale e consapevolezza della stessa, e la creazione progressiva di una società di cittadini depositari di diritti.
Intervengono Marino Regini, professore emerito della Statale, Fabio Rugge, storico delle istituzioni politiche ed ex rettore dell’Università di Pavia, Elena Pulcini, filosofa sociale e politica dell’Università di Firenze, Antonio De Francesco, direttore del Dipartimento di studi storici, e Piero Bassetti, presidente di Globus et Locus.
Introduce e coordina Davide Cadeddu, professore di Storia delle dottrine politiche in Statale

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -