4.4 C
Milano
mercoledì, Novembre 30, 2022

Proverbio: A Sant'Ambrogio il freddo cuoce

Milano dove costruire e come farlo: novità e riqualificazioni

 

Milano, 28 gennaio 2020 – Chi è nato a Milano molte volte tende a restare nel quartiere dov’è nato e cresciuto, si dice, ma è davvero così? In realtà questo valeva sino a qualche anno fa perché i Millennials invece tendono a spostarsi (almeno chi può permetterselo) verso i nuovi quartieri residenziali dal sapore moderno e innovativo. Qui arrivano anche coloro che vengono da fuori e si trasferiscono in città.

Questo un po’ per inseguire la novità e un po’ perché questi quartieri sono un po’ delle piccole città però più tranquille rispetto alla big city che a molti fa paura. A differenza di quanto qualcuno potrebbe pensare la città non è già tutta occupata, ma ci sono fazzoletti di terra ancora liberi dove costruire o comunque zone dove è possibile riqualificare per creare di fatto qualcosa di nuovo sul vecchio.

Costruire a Milano

Le ditte di costruzioni, quindi, possono ancora oggi trovare delle zone dove sbizzarrirsi con qualche nuova palazzina. È chiaro tuttavia che il via libera deve venire dal Comune e l’iter non è facile e neanche immediato. La volontà però di favorire il rinnovo e lo sviluppo della città è tangibile dalla riorganizzazione delle denominazioni dei quartieri di Milano fatta dal Governo il febbraio scorso.

Una volta fatto tutto non resterà che organizzarsi per avviare la costruzione, assoldando la propria squadra di operai e tecnici. Il costo della costruzione da zero si aggira più o meno intorno ai 1000-1400 euro al metro quadro.

Cosa contribuisce a definire questo prezzo? Il costo di chi dirige e progetta i lavori, le spese degli scavi e dei movimenti di terra, le fondazioni, le strutture in cemento armato, i sottofondi, i massetti, i vespai, il tetto e le varie impermeabilizzazioni, la coibentazione e l’isolamento dell’edificio. Ci sono poi le murature e i tavolati, gli intonaci, le rasature e i controsoffitti, le fognature. Internamente poi i vari pavimenti e rivestimenti, serramenti e infissi, opere di marmo e ferro, verniciature e tinteggiature, senza dimenticare l’impianto di riscaldamento e condizionamento.

Indubbiamente una bella lista di “cose da fare” che chi non è del settore potrebbe non immaginare. Le spese più alte sono comunque quelle per le strutture in cemento armato. Per il resto, come la movimentazione della terra, si può utilizzare una benna bivalva. Ogni azienda di costruzione dovrebbe averne una, che poi risulta utile per molte cose. Le benne bivalve si possono comprare ad ottimi prezzi sul portale di Tecnobenne, un rivenditore specializzato.

Dove costruire a Milano?

Le zone dove pare si favoriranno le nuove costruzioni a Milano sono la zona Nord Ovest, cioè il comune di Rho. Qui sorgeranno delle facoltà universitarie e moderne sedi di aziende che creeranno un giro di affari notevole in questa zona. Ecco quindi saranno necessarie sicuramente delle nuove palazzine con piccoli e grandi appartamenti per gli studenti e imprenditori. I progetti parlano anche di edifici scolastici e molte zone verdi, si creerà quindi una vera e propria zona residenziale.

Un’altra area dove si costruirà sicuramente è la Città della Salute, ovvero la zona nord-est di Milano. Il nome è stato dato perché qui verrà trasferito l’avanzatissimo ospedale Besta e l’altrettanto prestigioso Istituto dei tumori. Si tratta di strutture su cui si è investito molto del pubblico e per questo facilmente si investirà molto per la bonifica dei terreni. Le Olimpiadi Invernali 2022 che si terranno a Milano non fanno che favorire chi vuole costruire e vuole farlo in fretta.

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Ads -
2,570FansMi piace
161FollowerSegui
0IscrittiIscriviti

Ultime news

- Ads -